apple-smart-glass

Apple glass news: indiscrezioni e uscita degli occhiali per la Virtual Reality

Dai PC per “tutti” alla musica portatile per arrivare alla telefonia mobile, Apple è da sempre stata pioniera di tecnologie pensate per il grande pubblico ma capaci di rivoluzionare completamente il mercato tecnologico nonché la vita quotidiana. Basti pensare all’iPod o all’iPhone… E oggi? Ovviamente, il colosso di Cupertino sembra interessato a continuare la sua carriera nel mondo dei device mobili ma sembra che, in un prossimo futuro, verrà dato largo spazio alla realtà virtuale. È proprio su questo tema che sono arrivate alcune indiscrezioni: sia Bloomberg a fine 2017 sia CNet pochi giorni fa, sembrano infatti convinti che Apple stia lavorando a degli Apple Glass, un sistema di occhiali intelligenti/headset per la Virtual Reality e la realtà aumentata.

apple-smart-glassApple Glass: la realtà aumentata in 8K

Dopo l’annuncio di Bloomberg a fine 2017, un leaker vicino ad Apple avrebbe annunciato al team di CNet l’intenzione di Apple di lanciare nel 2020 degli smart glass o, meglio, un headset pensato per la Virtual Reality e la realtà aumentata. Il progetto – del quale, almeno per ora, si conosce solamente il nome in codice T288 – è attualmente in fase iniziale, motivo per cui potrebbe ancora essere cancellato.

Ma cosa sappiamo sino ad oggi? Stando alle indiscrezioni trapelate sino ad oggi, il colosso di Cupertino starebbe lavorando a degli smart glass in grado di lavorare sia con la tecnologia AR sia con quella VR, almeno stando ad un informatore vicino ai piani di Apple. L’azienda avrebbe in mente di proporre ai suoi clienti due display 8K, uno per ogni occhio: ciò che possiamo aspettarci, quindi, è un device con una risoluzione addirittura più elevata dei migliori televisori attualmente sul mercato. Infine, sembra che gli Apple Glass potranno essere collegati agli smartphone o ad un PC.

Apple e la realtà virtuale

Come affermato anche dal CEO di Apple, Tim Cook, la Virtual Reality e la realtà aumentata rappresentano la nuova frontiera tecnologica dei dispositivi a cui siamo abituati. Il colosso di Cupertino, però, non è il solo a saperlo: altre aziende – Google, Oculus ma anche Samsung – infatti, hanno già lanciato dispositivi in grado di utilizzare queste tecnologie per fornire all’utente esperienze ancora più coinvolgenti. A cosa è dovuto, quindi, il ritardo di Apple?

Stando alle indiscrezioni, sembra che il colosso di Cupertino abbia lavorato dietro le quinte per proporre – come è già successo in passato – un device capace di rivoluzionare il mercato. Negli ultimi mesi, ad esempio, Apple ha depositato numerosi brevetti nonché acquisito startup del settore al fine di proporre soluzioni al top nel settore della realtà virtuale e aumentata.

apple-smart-glassUltima, ma non per importanza, è la volontà di Apple di proporre un prodotto wireless, performante e basato probabilmente su di una nuova tecnologia wireless, più potente e performante rispetto a quelle a cui siamo abituati. Questa nuova interfaccia wi-fi, però, non arriverà sul mercato almeno sino al 2019. La vera rivoluzione, infine, sarebbe data dal processore degli Apple Glass: stando a quanto affermato da CNet, infatti, il colosso di Cupertino potrebbe lanciare un processore a 5 nanometri, inferiore anche a quello dell’iPhone X (10 nanometri).

Leggi anche: “Apple, il Mac Pro nel 2019: sarà il PC desktop più potente di sempre”

CONDIVIDI
Sabina Schiavon
Visionaria per vocazione, blogger in erba per passione, freelance per professione. Milanese per nascita e vercellese d’adozione, si occupa di startup, imprese, Industria 4.0 e di tutti i temi legati all’innovazione. Ama la birra belga e il whisky scozzese, gustati accanto a un gatto che fa le fusa.