benzina-gasolio

Benzina e diesel, i prezzi aumentano di nuovo

Salgono i prezzi del gasolio. Dopo una sola settimana di rialzi crescenti, che hanno interessato le quotazioni internazionali, la benzina e il diesel registrano costi in aumento.

Eni e Italiana Petroli sono stati i primi ad effettuare un centesimo in più sui prezzi sia della benzina che del gasolio.

Leggi anche: Mobilità sostenibile, Toyota fa un importante passo avanti: in Italia solo ibride e benzina

I dettagli dei prezzi

Nel dettaglio, ecco gli aumenti: benzina self service a 1,547 euro/litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,522), diesel a 1,415 euro/litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,392). Benzina servito a 1,665 euro/litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,565), diesel a 1,536 euro/litro (+2 millesimi, pompe bianche 1,435). Gpl a 0,637 euro/litro (invariato, pompe bianche 0,626), metano a 0,961 euro/kg (-2 millesimi, pompe bianche 0,952).

I costi sono stati registrati dall’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta.

Leggi anche: Nel 2018 la fine del diesel, ma non a causa del prezzo del gasolio

Il diesel potrebbe finire entro la fine del 2018

Eppure c’è già chi auspica che la profezia che vede il diesel finire il suo ciclo di vita entro la fine del 2018. Il “dieselgate”, lo scandalo sulle emissioni di Wolkswagen, (che ha visto in queste ultime ore la procura raccogliere dati e informazioni in tutti gli uffici del quartier generale di Wolfsburg e di Monaco,e della Baviera, al fine di monitorare tutte le comunicazioni per sospetta di manipolazione del mercato) ha rallentato parecchio gli entusiasmi di un tempo e i fattori economici in rialzo non contribuiscono certo a migliorare la situazione.

Leggi anche: Carburante green e bioraffinerie per il colosso Eni

futuro della mobilitàLa situazione italiana

Eppure le auto che utilizzano il diesel come carburante sono la maggioranza, sopratutto in Italia, dove le auto a gasolio rappresentano il 56% del totale e, come ha dichiarato Felipe Munoz, un’analista di Jato Dynamics, al Financial Times: “Ciò perché il governo italiano non ha ancora assunto una posizione chiara contro il diesel e perché l’Italia è il terzo Paese europeo dove la benzina costa di più”.

Visti i recenti aggiornamenti, dobbiamo dunque aspettarci un rincaro che peserà non poco sulle tasche degli italiani.

Si è rotta così la tregua che durava da più una settimana su tutta la rete carburanti a livello nazionale, viste anche le quotazioni in Mediterraneo di benzina e diesel, ad oggi ancora in salita.

CONDIVIDI
Roberta Montella
Leggere le piace, scrivere ancor di più. Dopo due Università, un Master e numerose redazioni, è Content Editor di Business.it, un portale che esprime tutta la sua curiosità per i nuovi media e l’innovazione tecnologica. Adora il cinema, odia la superficialità. Usa la tastiera come tappeto magico per esplorare a fondo l’intero mondo digitale.