Interni

Silvio vuole la non belligeranza: la proposta “indecente” a Salvini

Matteo Salvini non vuole sentir parlare di Silvio Berlusconi, vittima di una corte serrata che va avanti da mesi e alla quale il Capitano ha sempre risposto picche. Il Cavaliere, però, non ha alcuna intenzione di arrendersi, determinato a riportare la pecorella smarrita nell’ovile del centrodestra, lontana dai Cinque Stelle con cui ha un rapporto di odio sincero. La speranza, scrive Marco Antonellis sulle pagine di Dagospia, è quella di un ripensamento subito dopo le europee.

La tornata elettorale, nei piani dell’ex presidente del Consiglio, potrebbe infatti tornare utile per far “ragionare” Salvini. Anche perché all’orizzonte c’è una finanziaria complicata, che rischia di mettere ancora a dura prova i nervi del governo. E così Berlusconi “ha di nuovo chiesto un incontro a Salvini. Si sarebbe già dovuto tenere già in queste ore, quasi a sorpresa. Ma è saltato all’ultimo momento”.
I due, insieme all’immancabile Giorgia Meloni, potrebbero comunque incontrarsi a breve: le questioni da discutere sono molte a cominciare dalle elezioni locali per finire con l’atteggiamento da tenere in vista delle europee: “Sarebbe bene che i partiti di centrodestra non si facessero troppo la guerra in campagna elettorale” spiegano fonti del partito azzurro.Nel frattempo Forza Italia si è scoperta a suo modo “sovranista”, avviando un’interlocuzione con un mondo, quello cinematografico, dal quale fino a poco tempo fa era guardato con somma indifferenza. L’operazione è condotta dal senatore Andrea Cangini, responsabile Cultura del partito. Gli azzurri presenteranno presto un disegno di legge per regolamentare il settore con spirito “assolutamente protezionista”, come spiegano ambienti vicini al Cavaliere.

Berlusconi fiuta la crisi: “Salvini torna a casa, vogliamo governare con te!”