People

“Vi piace farvi rubare i bambini”, pioggia di insulti leghisti ai cittadini di Bibbiano

Al peggio non c’è mai fine. Tra i tanti scivoloni dei leghisti in campagna elettorale per le regionali in Emilia Romagna c’è stato sicuramente il “caso Bibbiano”. Avevano concentrato lì tutta l’attenzione, prima di spostarla su citofono di Bologna quando hanno capito che su Bibbiano non c’era più possibilità di speculare. E i risultati elettorali sono stati un duro colpo per Salvini, la Meloni e compagnia sovranista. Il Pd, infatti, ha ottenuto il 40,7% dei consensi nel comune salito ai tristi onori della cronaca per la grave vicenda degli affidamenti illeciti (su cui sta indagando la magistratura), con la coalizione di Centrosinistra che ha toccato il 56,7% dei consensi.

Ben distante la Lega (29,5%) e il centrodestra (37,4%) che hanno tentato di sfruttare a livello elettorale questo fatto di cronaca. Non riuscendoci. Come segnala giornalettismo.com, però, la vicenda non si è chiusa qua. E Salvini ha talmente caricato d’odio la campagna elettorale e il caso-Bibbiano che ora i suoi fan, elettori e follower, stanno dando sfoggio, sui social, del peggio di loro. In molti, infatti, si sono scagliati contro i cittadini di Bibbiano, con commenti aberranti e insulti per la scelta di dare fiducia al centrosinistra.

Su Twitter si legge di tutto: “Il metodo Bibbiano ha vinto”; “Gli interessi prevalgono sulle violenze subite dai bambini”; “A Bibbiano gli piace vendere i figli”; “Ha vinto il Pd, si vede che a Bibbiano gli piace farsi portar via i figli”. Eccetera, eccetera. E questa è solo una piccola raccolta di questi capolavori pubblicati su diversi profili dopo i risultati delle regionali che hanno visto la vittoria della coalizione del Centrosinistra. Accuse infamanti di chi non tiene conto di come i cittadini non si siano fatti abbindolare da una mera propaganda di chi ha voluto rendere politico un fatto di cronaca, parlando di Pd e altre esasperazioni varie.

Il tutto per fini elettorali. Per un pugno di voti che, alla fine, è rimasto un pugno di mosche. Numeri che parlano chiaro. Un distacco netto nonostante l’attenzione mediatica (più elettorale che cronachistica) portata avanti da Matteo Salvini e Lucia Borgonzoni che, giovedì scorso, avevano anche deciso di chiudere proprio a Bibbiano la loro campagna per le Regionali, chiamando sul palco anche diversi genitori ‘vittime’ di quel sistema di affidamenti illeciti su cui la magistratura si pronuncerà.

 

Ti potrebbe interessare anche: Conte bastona Salvini e gongola: “Il vero sconfitto è lui. Il citofono? Una cosa indegna”