Economia

Black Friday 2019 molto ricco: in previsone record di vendite prima del Natale

Un ricco Black Friday 2019 è in arrivo il prossimo 29 novembre, che supererà ogni record di vendita: secondo l’istituto di ricerca Gfk questo è dovuto al fatto che nel 2019 la congiuntura sarà particolarmente favorevole: mancheranno solo tre settimane al Natale (nel 2018 cadde il 23 novembre) e la maggior parte dei dipendenti (e non solo) avrà già ricevuto lo stipendio mensile. Dunque in vista dello shopping prenatalizio, i consumatori italiani che vogliono anticipare i regali di Natale ma anche concedersi qualche sfizio personale sono già a caccia dell’affare. E pensare che una decina di anni fa gli italiani sapevano a stento cosa fosse. Oggi il Black Friday è l’evento commerciale dell’anno anche da noi, tanto da aver superato anche il mese di dicembre da sempre quello dedicato agli acquisti di Natale. E quello in arrivo quest’anno, il 29 novembre, supererà ogni record di vendita.

Dall’indagine emerge anche la volontà di fare acquisti più impegnativi: proprio perché gli sconti saranno consistenti, molti italiani compreranno prodotti top di gamma senza ripiegare su soluzioni economiche e sottomarche. Una tendenza certo incoraggiata dagli stessi venditori nei Paesi in cui hanno convenienza a farlo, cioè quelli in cui il Black Friday ha ormai raggiunto o superato il Natale – come l’Italia – in volumi d’acquisto.

I dati che Istat ha diffuso un anno fa sono rivelatori: nelle vendite di beni non alimentari infatti dicembre segnò un -0,7% rispetto al mese precedente. E lo stesso istituto di statistica sottolineò come il +11,7% di vendite di elettrodomestici, tv e hi-tech di novembre 2018 rispetto al novembre 2017 fosse “presumibilmente legato alle promozioni avvenute in occasione del Black Friday”.

A riprova di questo shopping natalizio anticipato c’è un altro dato di Gfk: lo scorso anno il 45% degli italiani hanno comprato i regali di Natale proprio in questa occasione. Percentuale che sale all’83% tra chi ha comprato online. E proprio online c’è una maggior facilità di confronto, che porta i consumatori a effettuare molte ricerche a ridosso del grande giorno: a livello europeo quasi la metà dei consumatori fa comparazioni di prezzi per capire in quale sito – o su quale prodotto – spendere i propri soldi. Tra l’altro sono molte le app e i servizi per poterlo fare online in tutta comodità: c’è chi compara i prezzi di Amazon e avverte quando viene attivata una promozione, ci sono i comparatori tra diversi portali di e-commerce e quelli che analizzano i volantini con le offerte dei maggiori retailer presenti nella nostra zona.

Ti potrebbe interessare anche: Addio Svizzera, ecco dove si rifugiano ora i più grandi evasori del mondo