blockchain-amazon-web-services

Blockchain: Amazon Web Services introduce i template per Ethereum e Hyperledger Fabric

Importanti novità in casa Amazon.com che, nell’ambito di Amazon Web Services, ha lanciato poche ore fa un nuovo servizio pensato per semplificare la vita di tutti quegli sviluppatori impegnati nella creazione di progetti basati sulla blockchain. Il nuovo servizio si chiama AWS Blockchain Templates e offre agli utenti la possibilità di creare reti blockchain “autoconfiguranti” che supportano due versioni della tecnologia, Ethereum e Hyperledger Fabric della Linux Foundation.

Amazon Web Services apre al mondo della blockchain

Amazon.com non è solo e-commerce, bensì una piattaforma che offre oramai una serie di servizi a 360 gradi, dall’entertainment alle soluzioni cloud per le imprese. È proprio in quest’ultimo ambito che, nel 2006, è stata lanciata Amazon Web Services, una vera e propria suite di soluzioni pensate per professionisti del digitale. Poche ora fa, quindi, AWS ha reso nota l’introduzione di un nuovo servizio che permette agli sviluppatori di creare con facilità delle reti blockchain attraverso dei template pre-configurati, dei veri e propri modelli.

blockchain-amazon-web-servicesCome si legge sul sito ufficiale di Amazon Web Services, infatti, “I modelli AWS Blockchain offrono un metodo rapido e semplice per creare e distribuire reti blockchain protette servendosi di strutture di origine”. La blockchain – in italiano catena di blocchi – è una tecnologia che rende possibile la costruzione di applicazioni dove più parti possono registrare transazioni, senza necessità di un intermediario (quale una banca) che certifichi come verificate e sicure le transazioni. La tecnologia della blockchain, infatti, crea una rete peer-to-peer dove ciascun partecipante alla rete ha accesso a un registro condiviso in cui vengono registrate le transazioni, immutabili e verificabili indipendentemente.

AWS Blockchain Templates: come funziona

L’idea alla base di Amazon.com – azienda creata da Jeff Bezos, attualmente uomo più ricco del mondo – è quella di fornire a professionisti e sviluppatori uno strumento semplice ed immediato per la creazione di reti blockchain. Ma come funziona Amazon Web Services Blockchain Templates? Come anticipato, il servizio funziona come un template che in pochi click configura tutte le risorse AWS per creare una rete sicura e scalabile, basata o su Ethereum oppure su Hyperledger Fabric della Linux Foundation.

“Alcune delle persone con cui parlo vedono la blockchain come fondamento di un nuovo sistema monetario nonché un modo per facilitare i pagamenti internazionali. Altri vedono la blockchain come un libro mastro distribuito e una fonte di dati immutabile che può essere applicata a logistica, alle filiere, alla registrazione dei terreni, crowdfunding e numerosi altri ambiti di utilizzo” – ha spiegato Jeff Barr, Vicepresidente AWS, che ha continuato dicendo “In ogni caso, è chiaro che ci sono molte possibilità intriganti e stiamo lavorando per aiutare i nostri clienti a utilizzare questa tecnologia in modo più efficace”.

blockchain-amazon-web-servicesAmazon: una criptovaluta per il colosso di Bezos?

L’apertura di AWS al mondo della blockchain non può che far tornare alla mente i rumors relativi al possibile lancio di una criptovaluta da parte di Amazon. Sebbene dall’azienda non sia mai arrivata né alcuna conferma né alcuna smentita, alla fine del 2017 il colosso dell’e-commerce ha acquistato tre domini (AmazonEthereum.com, AmazonCryptocurrency.com e AmazonCryptocurrencies.com), tutti legati al mondo delle monete digitali.

Inevitabile quindi pensare ad una totale rivoluzione: l’accettazione da parte di Amazon delle criptovalute come metodo di pagamento, infatti, porterebbe probabilmente molto scompiglio in un mercato già in continuo fermento.

Leggi anche: “Jeff Bezos: il CEO di Amazon svela il segreto della sua mail da un carattere”

CONDIVIDI
Sabina Schiavon
Visionaria per vocazione, blogger in erba per passione, freelance per professione. Milanese per nascita e vercellese d’adozione, si occupa di startup, imprese, Industria 4.0 e di tutti i temi legati all’innovazione. Ama la birra belga e il whisky scozzese, gustati accanto a un gatto che fa le fusa.