Economia

Bonus internet e pc, partono a fine mese i primi voucher fino a 500 euro. Ecco i fortunati

Sarà disponibile entro fine settembre il bonus per l’acquisto di abbonamenti a internet e per il comodato d’uso di pc o tablet. Il voucher, del valore complessivo di 500 euro, sarà suddiviso in un buono da 200 euro per l’acquisto di abbonamenti a una connessione internet veloce, e in un altro da 300 euro per avere in comodato d’uso un pc, se l’Isee familiare sarà inferiore ai 20 mila euro. I voucher non saranno però destinati direttamente agli utenti ma agli operatori telefonici. Gli utenti otterranno da questi ultimi offerte commerciali, ossia sconti per l’acquisto di connessioni e pc/tablet. A disposizione ci sono per questa prima fase 200 milioni. In una nota di maggio, la ministra Paola Pisano all’innovazione e poi il ministero allo Sviluppo economico parlavano del mese di settembre per l’utilizzo dei voucher. Al momento però il decreto attuativo di regolamentazione non risalta essere stato ancora pubblicato.

Quando è previsto l’avvio dei bonus
La ministra Paola Pisano all’innovazione e poi il ministero allo Sviluppo economico (a maggio) in una nota di maggio parlavano di settembre per l’utilizzo dei voucher: “Novità anche per famiglie e imprese che potranno beneficiare, a partire da settembre, di un voucher per la connettività differenziato per fasce di reddito che sarà gestito da Infratel Italia per l’acquisto di servizi di connettività che possano supportare fin da subito le esigenze di teledidattica di studenti e docenti e lavoro agile dei lavoratori e delle imprese”, si legge nella nota. Il decreto attuativo di regolamentazione però ancora non è stato pubblicato. Risulta essere alla Corte dei Conti e in arrivo a giorni. Gli operatori aspettano di leggere nel decreto le precise modalità dei bonus per poterli inserire nelle proprie offerte.
Come funziona il bonus pc da 2.000 euro per le imprese

Per le aziende il Ministero dello Sviluppo Economico ha previsto un bonus più ricco, fino 2.000 euro, per l’acquisto di servizi di connettività ad almeno 30 Megabit al secondo o 1 Gigabit al secondo in base alla tipologia di rete presente nelle relative sedi. Saranno le dimensioni dell’azienda e il numero dei dipendenti i fattori più rilevanti per determinare l’importo effettivo dell’agevolazione.
Come saranno erogati i voucher
Al momento quello che si sa, da quanto comunicato dal ministero dello Sviluppo economico, è che i voucher saranno sconti sull’acquisto della connessione banda ultra larga di rete fissa, tablet o computer da parte dell’utente attraverso i canali degli operatori telefonici. In sostanza al momento dell’acquisto si potrà ottenere uno sconto sul canone e/o sul prezzo del dispositivo.

Ti potrebbe interessare anche: Taglio delle tasse e raddoppio del Pil: le linee guida del governo per il Recovery Fund