Esteri

Ucraina, Boris Johnson: “Se Putin fosse stato donna non avrebbe scatenato guerra machista”

Quella di Boris Johnson è soltanto una provocazione che però ha colto nel segno, a giudicare almeno dalle migliaia di reazioni social che sta ottenendo. A margine del vertice del G7 di Elmau, in Germania, il primo ministro britannico prova ad immaginare il presidente russo Vladimir Putin nei panni di una donna. In quel caso, riflette ad alta voce Johnson, non avrebbe mai scatenato una guerra definita “machista” come quella che sta infuriando in Ucraina

Boris Johnson

“Se Putin fosse stato una donna, cosa che ovviamente non è, non penso proprio che si sarebbe imbarcato in questa pazza e machista guerra di invasione e violenza. – così Boris Johnson alla televisione tedesca Zdf al termine del G7 di Elmau – I leader che hanno partecipato al vertice vogliono disperatamente la pace, ma al momento non esiste possibilità di accordo”, sottolinea sconsolato il premier britannico.

“Putin non sta facendo alcuna offerta per un accordo e allo stesso tempo Zelensky, da parte sua, non può farne una. – prosegue ancora Boris Johnson nella sua invettiva contro il presidente russo – Se cercate un esempio perfetto di maschilismo tossico, lo potete trovare guardando cosa Putin sta facendo in Ucraina”, conclude l’inquilino di Downing Street sottolineando che “nelle posizioni di potere c’è bisogno di una maggiore presenza femminile”.

Ma i problemi per Putin non finiscono qui. Anche il premier italiano Mario Draghi, durante la conferenza stampa post G7, ha posto dei paletti sulla partecipazione fisica del leader del Cremlino al prossimo G20 in programma a Bali, in Indonesia. Il premier indonesiano gli avrebbe assicurato che Putin non ci sarà. Ma da Mosca ribattono spiegando invece che la partecipazione del presidente è confermata e che, comunque, non sarà Draghi a decidere. “La Russia procede dal presupposto che l’invito è stato ricevuto e accettato. – dichiara ai giornalisti l’assistente presidenziale del Cremlino Yury Ushakov – Non è Draghi che determina (la partecipazione di Putin al vertice). Probabilmente si è dimenticato di non essere più il presidente del G20”.

Potrebbe interessarti anche: Boris Johnson nella bufera: un fondo segreto per pagare le spese pazze della fidanzata

Torna su