People

Carfagna e Boschi insieme a un evento. La riscossa delle donne: attacco a Lega e M5S

Sono due delle principali leader al femminile. Sono due delle donne più influenti nella politica italiana. Una viene dal centrodestra, l’altra dal centrosinistra. E ora si stanno avvicinando sempre di più, convergendo insieme verso il centro. A legarle c’è una profonda battaglia per i diritti delle donne e una serie di iniziative legate alla parità di genere, alle lotte per il clima e per il sociale. Sono Mara Carfagna e Maria Elena Boschi. Ieri ha fatto “notizia” la loro partecipazione, insieme, a un evento pubblico. Anche questo è da interpretare come un segnale? Lo scorso novembre Mara Carfagna ha lanciato la suggestione “Forza Italia Vivaha”, inviando un messaggio d’apertura a Matteo Renzi, e la recente presentazione alla Luiss del libro “Assedio all’occidente” del direttore de La Stampa Maurizio Molinari è stata l’occasione per evidenziare la sintonia tra la stessa vicepresidente della Camera dei Deputati e Maria Elena Boschi, fedelissima di Matteo Renzi e capogruppo di Italia Viva alla Camera.

Ad evidenziare i passaggi comuni nelle dichiarazioni di Mara Carfagna e Maria Elena Boschi, entrambe presenti all’evento, è stato lo stesso quotidiano La Stampa. La deputata di Forza Italia ha dichiarato: “Combattere le diseguaglianze è il modo migliore per respingere l’assedio da parte di Cina, Russia, Turchia e Corea del Nord. La sinistra ha perso la connessione con il popolo, la destra sfrutta i sentimenti della paura e della rabbia e così il Paese è dominato dall’ansia. Serve pensiero, ricerca e rispetto per i diritti”.

Questo invece il pensiero di Maria Elena Boschi: “Dobbiamo lavorare per ridurre le disuguaglianze, per affermare il concetto che la difesa dei diritti passa per l’ osservanza dei doveri. A partire dai diritti delle donne: non basta difendere i traguardi ottenuti, perché fermarsi è come compiere un passo indietro. Occorre assolutamente andare avanti. L’incertezza causata dal precedente governo giallo-verde ha determinato un’ instabilità che non aiuta”. Le ha fatto eco Mara Carfagna: “L’ambiguità del governo giallo-verde è evidente per come sono stati gestiti i rapporti con la Russia, da parte della Lega, e con la Cina da parte del Movimento Cinque Stelle. Opporsi a certe destabilizzazioni è fondamentale per rafforzare il nostro Paese e garantire la tutela dei diritti”.

Boschi e Carfagna si sono trovate in sintonia anche sul tema dell’intelligenza artificiale e del 5G. Secondo la prima è necessario “opporsi alle interferenze cibernetiche di Russia e Cina”, mentre la seconda avverte: “L’Italia rischia di essere l’anello debole dell’occidente”. Le vedremo presto insieme politicamente? Pare proprio di sì. E sarebbe anche un bel messaggio: due donne al potere.

 

Ti potrebbe interessare anche: Mara Carfagna, l’unica voce che da destra condanna il professore che inneggia a Hitler