tweet-di-trump

Bufera tweet di Trump, il presidente condivide un video dell’ultradestra

Tweet di Trump, ancora polemiche per il presidente degli Stati Uniti

Ancora una polemica, di nuovo un problema di comunicazione. L’ennesimo tweet di Trump fa scatenare i detrattori del presidente USA, spesso sotto attacco per delle azioni poco ortodosse perpetrate durante il suo primo anno di mandato. Il numero uno della Casa Bianca è tornato alla ribalta per via di un video contro l’Islam condiviso dal suo profilo Twitter ufficiale.

Il contenuto ha sicuramente fatto discutere l’opinione pubblica. A quanto pare i video sono ben tre e sono stati pubblicati da Jayda Fransen, numero due del gruppo Britain First. Questo partito raccoglie tutti i simpatizzanti del nazionalismo. I membri del gruppo accusano i governanti di aver permesso un processo di islamizzazione di tutta la Gran Bretagna, una denuncia per quanto riguarda il processo sociale dell’immigrazione.

Il presidente statunitense è stato accusato da Theresa May: il premier britannico ha definito un vero e proprio errore il gesto di Trump, che non dovrebbe schierarsi in questa maniera. Stando alle parole del portavoce della May, il gruppo antislamico tende a dividere l’opinione pubblica con la diffusione di video costruiti ad arte e spesso contenenti informazioni non veritiere.

Leggi anche: Trump o Papa Francesco? Il leader più popolare su Twitter ora è The Donald

trump-internet-a-due-velocitaTweet di Trump, immediata la risposta del presidente

La risposta al tweet di Trump da parte della May non si è fatta attendere, ma la contro risposta di Donald Trump è arrivata immediatamente tramite lo stesso social network. Infatti lo staff ha scritto un messaggio inequivocabile, in cui Trump invitava la May ad occuparsi dell’islamizzazione del suo paese anziché pensare a lui.

Una risposta e una reazione poco consone per uno dei leader mondiali, ma il presidente degli Stati Uniti continua sulla sua linea di pensiero.

Le accuse piovute dalle controparti rimangono comunque notevoli, anche perché molti esponenti della politica si sono schierati contro la posizione di Donald Trump. Un segnale forte, ma che rischia di diventare un vero e proprio scontro tra titani su una questione molto delicata. La presenza dell’Islam in Europa ha portato ad una serie di conseguenze e di dibattiti che possono continuare ad accendersi giorno dopo giorno, soprattutto dopo le numerose prese di posizione del presidente USA.

I messaggi di stima dopo il Tweet di Trump

Non solo accuse o prese di posizione contrarie. Infatti il presidente degli Stati Uniti ha ricevuto anche numerosi attestati di stima. Si schiera dalla parte del tweet di Trump David Duke, ex capo del Ku Klux Klan. che tramite lo stesso mezzo elogia il leader della Casa Bianca.

L’ex gran maestro dell’organizzazione razzista Ku Klux Klan spiega il motivo per cui Trump è molto amato. A quanto pare molti media oscurerebbero volontariamente i diversi crimini di razzismo contro gli uomini bianchi. Queste dichiarazioni porteranno sicuramente a nuove polemiche.

I contenuti dei tre video sono molti forti e presentano delle situazioni in cui dei presunti islamici riversano il loro odio su simboli del cristianesimo o su persone di razza bianca. Dei filmati che fanno discutere e porteranno ad un ennesimo scontro. Intanto Donald Trump continua sulla sua linea di pensiero: condannare la religione islamica e le persone che la professano senza nessuna possibilità di appello. Il presidente USA, dopo il Muslim Ban, si conferma saldo sulle sue posizioni di condanna per una delle tre più grandi religioni monoteiste del pianeta.

Leggi anche: Trump: tutto quello che c’è da sapere sull’uomo più potente del mondo

CONDIVIDI
Gianluca Parodi
Classe 1986, una laurea in lettere e filosofia barattata con un giuramento di fede all'innovazione ed alla tecnologia. Appassionato di parole, analizza, esamina, interpreta il business, in tutte le sue forme. Ama l'arte e la musica e, molto spesso, si ammala gravemente di sport.