Interni

Bologna, studentessa No green pass denuncia: “Minacciata dai compagni”

Agitazione e sconcerto all’Università di Bologna. Accade tutto lo scorso 6 ottobre. Una lezione viene sospesa dalla docente perché una studentessa sprovvista di green pass si rifiuta di abbandonare l’aula. I suoi compagni, infuriati, la accerchiano e la insultano. Parte anche qualche minaccia. O, almeno, questa è la versione raccontata durante una manifestazione in piazza dalla protagonista della vicenda, Silvia. È lei a denunciare, in un video visibile anche sul web, quello che definisce “un giorno di straordinaria follia”. Ma non tutti, come detto, sono d’accordo con lei.

La studentessa no green pass di Bologna

La ragazza si è recata a lezione convinta che nessuno le avrebbe chiesto il green pass, come sostiene fosse accaduto fino a quel giorno. E, invece, un controllo non previsto ha verificato che Silvia non aveva il certificato verde. Ma la studentessa della facoltà di Filosofia non si è data per vinta rifiutandosi di lasciare l’aula, come prevede invece la normativa vigente. A quel punto, la docente ha deciso di annullare la lezione. Ma questa scelta ha ulteriormente esacerbato gli animi, provocando la reazione rabbiosa degli altri studenti. Una cinquantina se ne sono dovuti tornare a casa.

Secondo il racconto di Silvia, alcuni dei suoi compagni l’hanno insultata pesantemente. Qualcuno sarebbe arrivato a chiederle il rimborso del biglietto dei mezzi pubblici con cui aveva raggiunto l’Università. Per lei il green pass è solo uno “strumento di discriminazione”. Per questo si è rifiutata di abbandonare la lezione. Ma questa decisione ha provocato l’aggressione verbale nei suoi confronti. Una “violenza spropositata” secondo la ragazza.

“Urla, insulti, pretese da parte dei pendolari di essere rimborsati del costo dei biglietti”, racconta ancora Silvia che accusa anche la sua docente di non aver fatto nulla per tentare di bloccare il “linciaggio” contro di lei. Ma non solo, perché la studentessa riferisce anche di essere stata accerchiata da un gruppo di compagni fuori dall’Università per minacciarla che “se non fossi stata una ragazza mi avrebbero già menata”.

Potrebbe interessarti anche: Grillo cambia idea sul green pass e fa esplodere i social