Interni

Casalino: “Nel Pd ci sono cancri da estirpare”. Esplode la rabbia dei dem

Una frase che ha scatenato un vero e proprio putiferio, quella pronunciata da Rocco Casalino durante la trasmissione Oggi è un altro giorno in onda su Rai1: “Alcune persone nel Partito democratico sono straordinarie, come Zingaretti e Franceschini. E poi ci sono alcuni ‘cancri’, non so come definirli, alcuni elementi devastanti che riescono a distruggere anche il bello del Pd. Bisognerebbe estirpare questi cancri'”. Parole che hanno fatto inferocire i militanti dem.

Casalino: "Nel Pd ci sono cancri da estirpare". Esplode la rabbia dei dem

Durante la stessa trasmissione, era stata la conduttrice Serena Burtone a richiamare Casalino in diretta, chiedendogli di moderarsi nelle esternazioni. L’ex portavoce di Conte aveva fatto una parziale marcia indietro: “Hai ragione, ho usato una parola sbagliata. Meglio dire elementi negativi”. Nel frattempo, però, la polemica si era subito accesa, con interventi indignati di esponenti del Partito Democratico.

Casalino: "Nel Pd ci sono cancri da estirpare". Esplode la rabbia dei dem

Per Andrea Romano “non è in alcun modo tollerabile che qualcuno (Casalino o chiunque altro) definisca il Partito Democratico un corpo con ‘cancri da estirpare’, offendendo tutti i malati oncologici e una grande comunità politica come quella del Pd, per di più su una rete del servizio pubblico”. Secondo il portavoce di Base riformista, “l’amministratore Delegato Rai e il Direttore di Rai 1 ne dovranno rispondere al piu presto in commissione di Vigilanza. Ora basta”.

Anche Filippo Sensi, deputato ed ex portavoce del premier Matteo Renzi, è subito intervenuto: “Leggo che il portavoce – ex? – di un ex presidente del consiglio andrebbe in tv a dire che nel Pd ci sarebbero dei cancri da estirpare. Non so – dice Sensi- se alluda a persone o a cosa. Non ho mai commentato, per indole e garbo, il suo comportamento professionale quando era al governo. Ma che vada in giro, e alla Rai a giocare sulla malattia, sulla pelle degli altri e sulla dignità di una comunità politica, la mia, anche no. Non sarò io a fare interrogazioni, a chiedere dimissioni o prese di distanza, ma un minimo di rispetto sì”. Giuditta Pini del Pd ha invece scritto: “Ciao Rocco Casalino, sono uno dei cancri da estirpare? Vorrei capire. Se vuoi ci vediamo e me lo dici di persona. Attendo con ansia il tuo coraggioso riscontro”.

Ti potrebbe interessare anche: Covid, per l’Asl di La Spezia l’omosessualità è tra “i comportamenti a rischio”