Lifestyle

Coca cola diventa alcolica, in arrivo la nuova bevanda

I suoi 132 anni di storia e la sua posizione di leader mondiale ne fanno il marchio più conosciuto e riconosciuto. Ma anche la Coca-Cola deve rinnovarsi se vuol sopravvivere. Per questo ha deciso di lanciare il suo primo prodotto alcolico.

La Coca-Cola potrebbe essere di nuovo coinvolta nel business delle bevande alcoliche sviluppando una bevanda alcolica frizzante e lo farà in Giappone. Il produttore di soda, meglio conosciuto per Coca-Cola, Sprite e Fanta, dice che sta sperimentando una bevanda in scatola che sarebbe un mix di acqua frizzante e una bevanda alcolica giapponese. L’azienda con sede ad Atlanta ha rifiutato di dire quando la bevanda potrebbe essere lanciata o come si chiamerebbe.

Leggi anche: Starbucks apre a Milano: nuove assunzioni

La nuova bevanda

La Coca-Cola Company vende molti tipi di bevande diverse, dall’acqua al latte al tè freddo e molte e molte bibite di acqua zuccherata aromatizzata. Tuttavia, l’alcol non è mai stato in quella lista, fino ad ora. Per la prima volta nella sua storia di 132 anni, Coca-Cola darà ai consumatori – almeno in Giappone – più che un semplice ronzio di caffeina. La compagnia ha in programma di introdurre una bevanda alcolica per il mercato giapponese chiamata Chu-Hi.

In Giappone, la gente beve sempre più Chu-Hi, una bevanda aromatizzata al gusto di limone fatta con uno spirito giapponese chiamato shochu. Lo shochu è fatto con patate dolci, orzo, riso e altri ingredienti, ed è distillato (a differenza del sake, che è fermentato). Chu-Hi è l’abbreviazione di “shochu highball” ha detto Jorge Garduño, presidente del Coca-cola Giappone. “Non abbiamo mai sperimentato prima nella categoria degli alcolici, ma è un esempio di come continuiamo a esplorare opportunità al di fuori delle nostre aree principali”, ha aggiunto sul sito aziendale di Coca-Cola, – questa è una cosa specificamente giapponese”.

“La categoria Chu-Hi si trova quasi esclusivamente in Giappone”, ha detto Garduño. A livello globale, non è raro che le bevande analcoliche vengano vendute nello stesso sistema delle bevande alcoliche. Ha senso fare un tentativo nel nostro mercato” ha detto. In tutto il mondo, The Coca-Cola Company ha cercato di innovare con le variazioni della bevanda per arginare le vendite di carbonato di sodio. Alcuni di questi sono stati nella categoria di zucchero basso o nullo, come la Coca-Cola Life, che ha funzionato male . Altri hanno sperimentato sapori non convenzionali, come Coca-Cola Ginger e Coca-Cola Plus Coffee No Sugar.

Il nuovo business di Garduño

Garduño ha definito Chu-Hi un “modesto esperimento per una fetta specifica del nostro mercato”. Il business giapponese di Coca-Cola è insolitamente sperimentale, provando ogni anno 100 nuovi prodotti in media. Insieme al nuovo Chu-Hi, quest’anno l’azienda lancerà anche l’entusiasmante “THE TANSAN”, che secondo Garduño “presenta la più forte commercializzazione dei nostri prodotti in questo paese, per raggiungere gli amanti dello scintillio degli adulti attenti alla salute”.

“Ma non penso che le persone di tutto il mondo debbano aspettarsi di vedere questo genere di cose dalla Coca-Cola. Mentre molti mercati stanno diventando più simili al Giappone, penso che la cultura qui sia ancora molto unica e speciale, quindi molti prodotti che nasceranno qui rimarranno qui” ha osservato Garduño.

La cosiddetta bevanda alcopop sarà tra il 3 e l’8% di alcol in volume. Una lattina di Budweiser contiene il 5% di alcol. Coca-Cola affronta una dura competizione in Giappone, dove le bevande alcoliche – che vanno dai sapori del kiwi allo yuzu – sono già popolari, secondo l’International Business Times. Nel 1983, il primo prodotto Chu-Hi è stato rilasciato in Giappone e chiamato HiLicky. Da allora, il mercato degli alcopop è cresciuto esponenzialmente nel paese. D’altro canto, la domanda di bevande gassate e sportive è diventata piatta in tutto il mondo, riducendo il mercato di alcune delle bevande più potenti di Coca-Cola in una volta, secondo IBTimes.

Leggi anche: Enogastronomia e gusto: aumentano il business dell’economia italiana

coca-cola-alcolica
La nuova bevanda di Coca-Cola

Nessun calendario è stato rilasciato per il lancio del prodotto alcolico in Giappone. La compagnia non ha in programma di introdurre la bevanda negli Stati Uniti. In Italia siamo abituati a vedere la Coca-Cola come un prodotto unico, con scarse varianti (solo negli ultimi anni sono arrivati la Coca Light e la Coca Zero). Il gusto, però, è molto simile a quello tradizionale. È una scelta della casa madre che sa, probabilmente, quanto sia difficile introdurre nel nostro mercato prodotti diversi. Nel resto del mondo, però, non è così e negli ultimi anni la Coca-Cola ha lanciato diversi prodotti. 

Ora, il gigante della soda si sta ramificando ancora di più con una nuova linea di bevande alcoliche. Con il suo alcopop frizzante, Coca-Cola cercherà di attingere a quel gruppo di bevitori di birra in un mercato relativamente piccolo. Se ha successo, forse si farà strada attraverso il Pacifico e ci darà un nuovo drink da mettere nel frigorifero.

Leggi anche: Le 50 aziende più innovative del mondo