Interni

Concessioni autostradali, Delrio: “Resta possibile la revoca”

Uno dei temi più spinosi di queste ore, quelle che segnano la nascita del governo giallorosso accompagnato da accese discussioni sul programma comune ai due partiti che faranno parte della nuova maggioranza. Tra gli argomenti di dibattito, le concessioni autostradali, quelle che vedevano i grillini minacciare la revoca al gruppo Benetton dopo il crollo del Ponte Morandi e che, secondo le opposizioni, saranno ora riviste per volontà precisa dei dem.

Sul tema è intervenuto per fare chiarezza a Sky TG24 il capogruppo del Pd alla Camera Graziano Delrio. “Sulle concessioni autostradali siamo stati molto chiari: la revisione dei sistemi concessori, non solo autostradali, è importante per tutelare sempre al meglio l’interesse pubblico. Alcune concessioni, in particolare quelle collegate alla tragedia del ponte Morandi, vanno viste, come sta facendo già la Presidenza del Consiglio, con gruppi di esperti che potranno anche arrivare fino alla revoca”.
Delrio chiarisce così le parole del premier Giuseppe Conte, che intervenendo alla Camera per la richiesta di fiducia al nuovo governo ha detto: “Renderemo più efficiente e razionale il sistema delle concessioni operando una progressiva e inesorabile revisione di tutto il sistema”.“Quanto al tema di concessioni autostradali avviato a seguito del crollo del ponte Morandi, porteremo a completamento il procedimento senza nessuno sconto per gli interessi privati, avendo quale obiettivo esclusivo la tutela dell’interesse pubblico e la memoria delle 43 vittime, una tragedia che rimarrà una pagina indelebile della nostra storia patria” aveva aggiunto il premier.

Borghi contro Marinelli: “Fosse stato di destra non avrebbe vinto premi”