People

Conte, che confusione! “Io sono presidente della Repubblica”. VIDEO virale

Che Conte, come tutto il governo, sia in stato confusionale lo si è capito da un po’. Non diciamo da subito, ma quasi.  Certo è che negli ultimi giorni la maggioranza gialloverde sta fornendo delle performance da avanspettacolo con vette di qualità mai raggiunte prima in Italia. Tra il re delle gaffe Toninelli che ogni giorno ne sforna una, Di Maio che quasi mai sa di cosa parla e Salvini che si preoccupa più del televoto di Sanremo che delle questioni serie del Paese… Abbiamo un bel repertorio.

Con la notizia di ieri sulla volontà grilloleghista di venderci le riserve auree della Banca d’Italia per pagare 20 miliardi di sussidi che hanno messo in manovra, pensavo di aver visto tutto per questa settimana. E invece no, mancava lui: Giuseppe Conte. Il quale ha messo la ciliegina sulla torta.

Durante un colloquio con i giornalisti avvenuto a Potenza, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto un po’ di confusione sull’incarico che ricopre: “Io come presidente della Repubblica sono il garante della coesione nazionale”. Sì, lo ha detto, e il video in pochi minuti è diventato virale. Non era mai successo prima in Italia, come con questo governo non erano mai successe prima in Italia tante cose. In realtà, Conte è presidente del Consiglio dei ministri, noi lo sappiamo, lui no.

E il presidente del consiglio dei ministri è il capo del governo e il più alto rappresentate del potere esecutivo, uno dei tre poteri fondamentali dello stato (gli altri due sono quello legislativo, cioè il Parlamento, e quello giudiziario). Lo diciamo per far fare un ripassino a Conte e a tutta la sua cricca al governo, che in fatto di Istituzioni hanno dimostrato di sapere ben poco.

Il presidente della Repubblica (che al momento è Sergio Mattarella) è invece il capo dello Stato, la massima carica pubblica nonché il rappresentante dell’unità di Italia, come specifica la Costituzione all’articolo 87 (quindi Conte ha ragione nel dire che il presidente della Repubblica è il “garante della coesione nazionale”, il problema però è che lui ha un altro ruolo. O è delirio di onnipotenza? O ha fatto spoiler?).

Anche se la carica di presidente della Repubblica è spesso considerata meno influente di quella di presidente del Consiglio, Conte con il suo errore ha comunque finito con il “promuoversi” di diversi gradini. Nel cerimoniale della Repubblica italiana, infatti, il presidente della Repubblica viene sempre prima di tutti. Seguono il presidente del Senato e quello della Camera. Il presidente del Consiglio, cioè Conte, arriva solo per quarto.

 

Ti potrebbe interessare anche: Le Stelle non brillano più: in crisi dopo le Regionali, il M5s si prepara a sfidare il cannibale Salvini