Interni

Conte e l’uomo… in mutande! Il surreale dialogo del premier a Napoli

Di sicuro, una conversazione che nessuno si sarebbe mai immaginato. Di sfondo il Vesuvio, in primo piano due uomini che parlano tra loro, affacciati da balconi opposti. Ma non si tratta di semplici vicini di casa che si confrontano sul più e sul meno. Uno dei due protagonisti della sequenza, infatti, altri non è che il premier Giuseppe Conte, in vesti decisamente insolite.

Tutto è successo a Napoli, dove il Presidente del Consiglio si era recato in visita alla redazione della testata Fanpage. A un certo punto Conte si è affacciato e si è trovato di fronte, dall’altra parte, un uomo senza pantaloni con il quale ha intrapreso un breve dialogo a distanza. “Com’era? Buono? Ho parlato bene” ha scherzato il premier con il cittadino napoletano, chiedendo conferme della bontà dell’intervista appena rilasciata.


L’uomo sul balcone di fronte ha risposto a sua volta con ironia, definendosi “un collega” di Conte e spiegando di essere “un avvocato civilista in pensione da un anno”. Lo sconosciuto ha poi proseguito la conversazione facendo presente al premier una sua personalissima proposta di legge, della quale i due hanno brevemente discusso in maniera decisamente singolare.A pubblicare il video dell’accaduto è stato lo stesso Conte, che ha diffuso attraverso i propri canali social la vicenda. Il premier ha diviso gli utenti: non sono mancate critiche, infatti, ma anche apprezzamenti per la capacità di affrontare il suo incarico con il sorriso sulle labbra in un momento così delicato, senza perdere la voglia di confrontarsi con le persone comuni.

“Scusate, ma esistiamo anche noi disabili”: l’appello di Elena, 9 anni