Interni

Crisi di governo, Renzi attacca Conte: “Un clown che non fa più ridere”

Stavolta il governo Draghi è veramente a rischio. La decisione del M5S di non partecipare al voto alla Camera sul decreto Aiuti spacca di fatto la maggioranza che lo sostiene. Per questo il premier ha deciso di salire al Colle per conferire con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La data decisiva da segnare in rosso sul calendario è quella di giovedì 14 luglio, quando la fiducia sullo stesso decreto verrà votata al Senato. Se i pentastellati non dovessero votarla sarà crisi. Intanto il leader di Italia Viva Matteo Renzi non la prende bene e attacca Conte.

Matteo Renzi e Giuseppe Conte

Poco dopo il blitz del M5S alla Camera che fa fibrillare il governo, Giuseppe Conte incontra i giornalisti per spiegare la scelta compiuta dai suoi deputati. “Era una decisione già chiara. – dichiara il leader pentastellato – C’è una questione di merito per noi importante, che avevamo anticipato. Una questione di coerenza e di linearità, quindi nulla di nuovo”, conclude.

Ma le sue parole mandano su tutte le furie Renzi. “Credo che quello che stia accadendo sia veramente molto serio e drammatico. – commenta preoccupato il fondatore di Italia Viva – Noi abbiamo una guerra, una pandemia che non finisce, un aumento dell’immigrazione, una crisi dei prodotti alimentari che porterà anche ad un aumento dell’immigrazione. Abbiamo un inverno che si preannuncia difficile sul fronte energetico”.

“A fronte di tutto questo Giuseppe Conte è come quei clown che non fanno più ridere alla fine di una carriera. – affonda poi il colpo contro l’avversario – Nel senso che sta imponendo il suo narcisismo e la sua presenza in tutti i canali senza offrire una sola soluzione al Paese. È chiaro che se non c’è più il Movimento, per me si può andare avanti anche senza. Ma bisogna vedere se ci sono la volontà e i numeri, e su che cosa. Qui c’è da non perdere i soldi europei, il Pnrr. Da fare la legge di bilancio, poi forse qualcuno vuole fare la legge elettorale. Il Movimento Cinque Stelle ci faccia sapere. Penso che il Paese non possa più aspettare”, conclude Matteo Renzi.

Potrebbe interessarti anche: Renzi affossa Conte: “Se si butta tra la folla come Damiano dei Maneskin lo lasciano cadere”

Torna su