Interni

Conte attacca Renzi e Calenda: “Uno si è spostato nel centrodestra, l’altro raccoglie finanziamenti”

La vicenda della candidatura, poi sfumata, di Giuseppe Conte alle elezioni parlamentari suppletive nel collegio di Roma 1, si porta dietro un lungo strascico di polemiche. Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, lo accusa in pratica di essere politicamente un vigliacco perché si sarebbe ritirato dalla corsa per paura di perdere. Il fondatore di Azione Carlo Calenda lo aveva addirittura sfidato, promettendo di candidarsi a sua volta. Ospite di Myrta Merlino a L’aria che tira, il leader del M5S replica con durezza a questi attacchi.

Giuseppe Conte

“Mi ha detto che Renzi si è spostato nel campo del centrodestra”, la Merlino stuzzica così il suo ospite. “Ultimamente vota sempre col centrodestra”, replica telegraficamente Conte. “Quindi lei vede che Renzi giocherà quella partita lì?”, lo incalza la conduttrice. “Pensare cosa pensa Renzi è l’arte più difficile e non mi ci metto affatto. – ironizza il leader del M5S – Prendo atto che, dal mio punto di vista, è un percorso involutivo che lo spinge assolutamente verso il centrodestra”.

“Calenda in questi giorni è talmente dedicato a lei e al movimento che qualche giorno fa è andato a Pomigliano d’Arco, la casa di Luigi Di Maio, ha aperto una sede di Azione e ha fatto un gesto molto simbolico”, rivela Myrta Merlino che mostra un breve video in cui Calenda, affacciato dal balcone della nuova sede del suo partito, prende in giro Di Maio dicendo che “non abbiamo abolito la povertà dal balcone come qualche famoso conterraneo. Qui se lo ricordano ancora quando diceva no” a più di due mandati parlamentari e inneggiava ai gilet gialli. “Noi ce lo ricordiamo quando diceva che avrebbe abolito la povertà. Dunque per noi è un gesto simbolico essere qui per combattere il modo di fare politica peggiore. Da questo Comune è giusto che parta la sconfitta” del M5S, conclude Calenda.

“Calenda ha dimostrato ancora una volta di essere molto abile a raccogliere finanziamenti e ad aprire una sede a Pomigliano. Ma quella sede la deve riempire di cittadini che partecipano alla sua proposta politica. Vedremo che cosa riuscirà a raccogliere in quella sede che così mediaticamente ha lanciato dal balcone”, è la replica piccata di Conte.

Potrebbe interessarti anche: Azzolina difende Conte: “Renzi e Calenda due bulletti”