Interni

Coronavirus, arriva una moneta dedicata a medici e infermieri

Una scritta, “grazie”, per ricordare a tutti l’impegno del personale sanitario nella gestione della pandemia. Impressa sopra una moneta da due euro sulla quale sono raffigurati medici e infermieri in mascherina, simboli della lotta al Covid-19 che ha segnato questi mesi travagliati per l’Italia e per il mondo intero. Questa l’iniziativa presentata dal direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera, per rendere omaggio a chi non si è mai tirato indietro di fronte alle difficoltà.“Le monete sono portatrici di cultura, ambasciatrici dell’Italia – ha spiegato Rivera nel presentare la moneta speciale –  e abbiamo una moneta speciale dedicata agli operatori sanitari che hanno sostenuto il Paese durante l’emergenza Covid. Siamo onorati di poter dedicare questa moneta, da due euro, a circolazione ordinaria nell’intera Unione Europea. A tutti capiterà di averla in tasca, per ricordare questi momenti difficili. Non è un caso che abbiamo inciso la parola grazie”.Gli esemplari prodotti saranno tanti, e così non sarà difficile per i cittadini italiani ed europei ritrovarsi in possesso di una delle nuove monete. C’è però la possibilità che, con il passare dei decenni, si trasformino in ricercati pezzi da collezione. A causa della pandemia, d’altronde, il 2020 entrerà di diritto nei libri di storia, e con esso tutte le persone che hanno contribuito a contrastarla. Anche la Francia, in quest’ottica, ha voluto dedicare 2 euro commemorativi ai medici dei reparti Covid: già emessi in 310 mila esemplari, a differenza di quelli italiani non sono stati però destinati alla circolazione, ma solo distribuiti ai collezionisti all’interno di blister e cofanetti.“Un gesto semplice ma significativo, che dà simbolicamente valore all’impegno dei medici e degli altri operatori sanitari nella pandemia di Covid – ha commentato al Corriere Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo) – Un impegno volto a salvare ogni vita perché ogni vita conta. Conta fino al punto che sono 264 i medici che in questi mesi l’hanno donata per salvare quella degli altri. Perché nessuno può essere lasciato solo”.

Organizzano il compleanno del gatto: 15 positivi al covid-19