People

Consigliere comunale del M5S nella bufera: si fa la doccia in diretta durante Commissione

Il suo nome non era di certo noto ai più, ma da ieri era presente su tutti i social. Gianluca Corrado del Movimento 5 Stelle. Il motivo? Su di lui si è abbattuta una vera e propria bufera mediatica dopo che il consigliere comunale del M5S, nel corso della commissione consiliare Mobilità del Comune di Milano in video-conferenza, incurante di avere la telecamera accesa, si è fatto la doccia. L’assurda scena ha subito fatto il giro del web. Gli altri partecipanti hanno continuato a dialogare, ignorando quanto stesse accadendo.

Mentre maggioranza ed opposizione erano impegnate a discutere sul “Piano Clima” nel corso della commissione consiliare Mobilità del Comune di Milano, svoltasi in video-conferenza a causa delle disposizioni legate all’emergenza Covid-19, Gianluca Corrado non sembrava curarsi di tali temi. Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, infatti, in diretta si è recato in bagno, si è spogliato e ha fatto una doccia. Il grillino ha persino posizionato con accortezza il dispositivo sulla mensola più vicina.

Gianluca Corrado è in questo modo apparso a torso scoperto, mentre era intento alla pulizia del corpo. Gli altri consiglieri, d’altra parte, non hanno fatto una piega. Il dialogo è proseguito senza che nessuno battesse ciglio per la scena assurda. Sul web, tuttavia, il video non è passato inosservato. È diventato virale e, inevitabilmente, è scoppiata la polemica. Le immagini sono state diffuse da Dagospia, (e riprese da Affari Italiani) che ha descritto la scena in cui il candidato sindaco pentastellato “si dedica alla tolettatura con il non memorabile sfondo di uno scaldabagno elettrico e un pesciotto attaccato al muro”.

Poi il sito di Roberto D’Agostino ha preferito ironizzare sulla questione: “Avevano detto che avrebbero fatto pulizia: dalle parole ai fatti”. Non è ancora stato chiarito dal diretto interessato se si è trattato di una semplice svista o se il suo gesto aveva un valore simbolico e di protesta. Per cosa o per come è tutto da chiarire…

Ti potrebbe interessare anche: Saltato l’incontro tra Conte e Renzi: cosa è successo. Maggioranza in fibrillazione