mantenere-posto-lavoro

Crescita professionale, come conservare il posto di lavoro a lungo

Trovare un lavoro al giorno d’oggi è una cosa più complicata di quanto si possa pensare ma è altrettanto complicato trovare un’occupazione che ci piace e mantenerla a lungo senza venire trasferiti oppure, nella peggiore delle ipotesi, perdere il lavoro a causa di tagli al personale o per la nostra scarsa attitudine a quell’occupazione. Nel mondo del lavoro odierno sono sempre meno gli impiegati modello che dedicano la loro vita professionale ad una sola azienda, un po’ a causa di come si è evoluto il mondo del lavoro ma anche per la difficoltà ad ottenere un contratto a tempo indeterminato. Avere diverse esperienze sul proprio curriculum vitae è di certo una cosa positiva e un plus che può aiutarvi a trovare lavoro più facilmente ma ad un certo punto della propria carriera è bene fermarsi e cercare di tentare la scalata. Avere uno stipendio fisso e un posto di lavoro a lungo termine ci da sicurezze e ci permette di pianificare meglio anche la nostra vita al di fuori delle mura aziendali. Conservare a lungo un posto di lavoro non è mai facile ma di certo non è impossibile e proprio per questo abbiamo deciso di dedicare un po’ di spazio a questa tematica con un focus su quali sono gli atteggiamenti da mantenere per poter rimanere a lungo nella stessa azienda.

Mantenete buoni rapporti con tutti, collaborate e siate positivi

La buona convivenza con tutti sul luogo di lavoro è un primo step fondamentale per essere apprezzati e per non essere oggetto di valutazione. Al di là di fare bene il proprio lavoro ogni giorno, dovrete essere in grado di convivere in modo positivo con i vostri colleghi e con il vostro superiore. Per quanto riguarda i primi, fate attenzione ad ogni piccolo dettaglio ma non guardateli come nemici che potrebbero soffiarvi una promozione: la collaborazione è sempre molto importante e per questo dovrete cercare di instaurare un rapporto sano che vi permetta di raggiungere gli obiettivi comuni in modo rapido. Non ostacolate chi vi sta accanto e alla fine potreste ricevere lo stesso trattamento. Fondamentale poi è avere un buon rapporto con il vostro capo: questo non vuol dire essere per forza servizievoli e accondiscendenti in qualsiasi situazione ma cercare di avere una relazione positiva e propositiva. Il vostro superiore sarà la figura di riferimento che valuterà il vostro operato giorno dopo giorno e potrebbe essere proprio lui a dover prendere una decisione riguardo la vostra permanenza in azienda.

combattere-stanchezza-lavoroRispettate i clienti, siate puntuali e sempre ordinati sul lavoro

Un altro indice che farà di voi figure professionali di riferimento e imprescindibili per l’azienda sarà senza dubbio il vostro rapporto con i clienti: se sarete rispettosi e se avrete un buon rapporto con questi, il loro feedback positivo vi renderà risorse preziose di cui l’azienda non potrà fare a meno. Infine, ricordatevi sempre di alcune regole basilari: ordine, precisione e puntualità sul luogo di lavoro sono cose che paiono scontate ma che sono sempre notate e apprezzate molto. Curate questi aspetti con costanza e sarete sempre un passo avanti agli altri.

Leggi anche: Crescita professionale, lavorare da casa in modo produttivo: ecco come

CONDIVIDI
Gianluca Sepe
Giornalista pubblicista classe 1991. Laureato in Sviluppo e Cooperazione Internazionale, inizia a scrivere per passione per poi trasformarla nel suo lavoro. Con la penna o con la tastiera, è sempre pronto a raccontare il mondo digitale che cambia intorno a noi. Terribilmente malato per lo sport.