Guide

Crescita professionale, lavorare da casa in modo produttivo: ecco come

Lavorare da casa è diventata una prassi sempre più comune per molte aziende e per molti impiegati al giorno d’oggi: sempre più società decidono di investire su risorse che possano svolgere i loro compiti tra le mura domestiche con i risultati che, nonostante quello che si può pensare, danno ragione a chi ha deciso di compiere queste scelte. Bisogna innanzitutto capire che il lavoro da casa non è poi così tanto differente da quello che si fa in ufficio se si pongono regole precise, senza dimenticare poi che gli obiettivi da raggiungere quotidianamente sono gli stessi quindi lasciarsi distrarre da quello che ci è familiare e che ci circonda è soltanto controproducente. Lavorare da casa in modo produttivo è possibile e sempre più persone fanno richiesta di poter lavorare da remoto, riducendo così gli spostamenti e ottimizzando i tempi di lavoro. Per lavorare da casa nel modo giusto è necessario organizzare al meglio il proprio spazio di lavoro e il proprio tempo e mettere alcuni paletti per quanto riguarda l’ottimizzazione e l’organizzazione della vostra giornata. Abbiamo cercato di delineare come il lavoro da casa sia possibile e altamente produttivo se fatto con criterio e ben organizzato: ecco alcuni consigli utili per svolgere le vostre mansioni da remoto in modo efficace.

lavoro-colloqui-skype
Organizzare al meglio tempi e spazi di lavoro

Quando la vostra casa si trasforma nel vostro ufficio, anche ciò che rimane familiare non deve distrarvi in alcun modo dal perseguimento degli obiettivi lavorativi quotidiani. Ricordatevi che il lavoro da remoto non si differenzia in alcun modo da quello che dovreste svolgere nel vostro ufficio e per questo dovrete essere in grado di organizzare al meglio il vostro spazio di lavoro in modo da non essere distratti o intaccati in alcun modo da eventuali familiari o altre persone che sono all’interno della casa. Fondamentale poi è organizzare anche il tempo di lavoro. Anche se non siamo in ufficio e non abbiamo colleghi che ci interrompono o che magari ci invitano a prendere il caffè, ci sono altri momenti della giornata di lavoro che possono costituire una sorta di interruzione, come ad esempio rispondere alle mail o al cellulare: cerchiamo di stabilire un momento esatto per la risposte, in modo da poter tornare alle attività precedenti e non perdiamo troppo tempo. La giornata lavorativa ha comunque la stessa durata e iniziare a farsi interrompere dalle distrazioni non ci permetterà di essere produttivi come atteso.
Leggi anche: Lavoro freelance: 8 app utili per il monitoraggio del tempo

smart-working-tribeke
I problemi di casa e le persone intorno a noi

Come detto in precedenza, non bisogna farsi distrarre da quello che accade intorno a noi nell’ambiente di casa. Se vediamo qualcosa di lasciato in sospeso o una faccenda che dobbiamo sbrigare di cui ci siamo dimenticati, ricordiamoci sempre di essere a lavoro e che normalmente non potremmo fare nulla di quello che ci capita davanti agli occhi. Non interrompiamo mai il lavoro per dare spazio alla casa altrimenti rischieremmo di compromettere la nostra produttività. E’ importante poi non farsi distrarre dalle altre persone, che si tratti di figli, consorte o coinquilini: cerchiamo di isolarci come se fossimo nel nostro ufficio.
Leggi anche: Sviluppo personale: 4 pilastri per essere efficaci