Guide

Crescita professionale, come gestire i colleghi difficili: ecco alcuni consigli

Nel lavoro di tutti i giorni oltre a dover fare i conti con le vostre mansioni e con il vostro capo, spesso ci si trova a dover gestire anche il rapporto con i propri colleghi che non sempre sono così come ce li eravamo immaginati. Spesso infatti si ha a che fare con persone che hanno un carattere completamente opposto al nostro o che comunque non affrontano l’attività lavorativa nello stesso modo e alla fine si finisce per scontrarsi ogni giorno per ogni piccolo particolare. La professionalità è tutto nel mondo del lavoro e per questo è necessario rimboccarsi le maniche e cercare di trovare una mediazione anche con i colleghi più difficili. La vostra attività quotidiana non può essere in nessun modo influenzata da ciò che vi accade intorno e dunque dovrete essere pronti a superare anche questo tipo di difficoltà affinché il vostro lavoro non venga intaccato in modo negativo dalle persone che vi gravitano attorno. Come fare dunque a superare situazioni e personaggi sgradevoli al lavoro? Esistono alcuni accorgimenti per affrontare al meglio anche i colleghi più difficili in modo da tenerli a bada e fargli capire che il loro atteggiamento è fuori luogo e non adatto a quel contesto. Ecco alcuni consigli utili per superare qualsiasi difficoltà in ufficio e qualsiasi conflitto con i vostri colleghi.

Non cadere mai nel tranello dello scontro

Gli scontri sul lavoro possono essere all’ordine del giorno. Una diversa opinione, un diverso punto di vista o un fraintendimento. In alcune occasioni però, ci sono anche dei colleghi che puntano sulla provocazione per mettervi in cattiva luce di fronte a qualcun altro o magari direttamente davanti al vostro capo. In queste situazioni dovete prestare molta attenzione e cercare di non mostrare il fianco a questi subdoli trucchetti: cercate sempre di rimanere calmi e di gestire la situazione in modo professionale senza alimentare inutili polemiche. Ci sono però anche momenti in cui è impossibile sfuggire allo scontro e per questo dovrete essere abili nel tirare fuori gli argomenti migliori e sopratutto nel farlo nel modo giusto, senza scadere in volgarità o espressioni offensive: cercate sempre di rimanere dal lato della ragione e a non cedere dalla vostra posizione, se questa è giusta e sorretta da elementi oggettivi. Alla fine, anche il collega più difficile dovrà piegarsi di fronte all’evidenza e in questo modo avrete risolto un conflitto senza ulteriore clamore.

carriera nel problem solvingNon fidatevi mai troppo degli altri

Se conoscete bene chi vi sta intorno in ufficio, avrete imparato anche a capire come lavorano e come affrontano le attività quotidiane. Fidarsi è bene e non fidarsi è meglio e al di là del rapporto lavorativo, non fate mai troppo affidamento su quei colleghi che ritenere più “difficili”. I colleghi disorganizzati ad esempio sono una categoria molto complicata con cui aver a che fare. Non facciamo ma troppo affidamento su di loro per portare a termine un compito ma preoccupiamoci sempre di aver fatto tutto quello che ci compete in modo che non ci si debba trovare ad essere rimproverati dal capo o dai nostri superiori.
Leggi anche: Crescita professionale, come combattere la stanchezza al lavoro