Interni

Bologna, manichino della Melonni impiccato a testa in giù: la solidarietà di Debora Serracchiani

Un gravissimo episodio si è verificato a Bologna durante una manifestazione organizzata dai collettivi di sinistra. Ad un certo punto, infatti, è spuntato fuori un manichino raffigurante Giorgia Meloni. Il fantoccio del presidente del Consiglio del governo di centrodestra è stato poi appeso a testa in giù tra le ovazioni dei presenti, come successe al cadavere di Benito Mussolini a piazzale Loreto a Milano. Durissima la reazione di Fratelli d’Italia. Ma stavolta a difendere la Meloni è anche quella che è diventata la sua rivale preferita in queste ultime settimane: la capogruppo alla Camera del Pd Debora Serracchiani.

Debora Serracchiani solidale con Giorgia Meloni

L’immagine del manichino di Giorgia Meloni appeso a testa in giù è stata pubblicata su Facebook sulla pagina del Laboratorio Cybylla insieme ad un lungo post. “A pochi giorni da un decreto ‘anti-rave’ ci troviamo nuovamente ad invadere le strade di Bologna. – si legge nel post – È facile attaccare mediaticamente la movida, la socialità per privarci della nostra libertà di creare antagonismo. Questo abuso nei confronti della dissidenza travestito da decreto è in realtà l’ennesima norma securitaria agita da un governo fascista che ci vuole obbedienti, silenziose e, di fatto, oppresse. Questa norma ci dice che in più di cinquanta persone creiamo un pericolo per l’ordine, l’incolumità e la salute pubblica e noi oggi siamo qui, siamo tantissime ad urlare che nessun provvedimento ci fermerà e che siamo contente di farvi paura. Oggi a suon di musica attraversiamo le strade di Bologna con i nostri corpi liberi e indecorosi per ribadire che il mondo è nostro”.

“Molto grave quanto avvenuto oggi a Bologna, dove esponenti dei collettivi della sinistra hanno sfilato in corteo con un manichino raffigurante il presidente Meloni esposto a testa in giù. – questo il commento del ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida – Ci auguriamo che gli autori di questo vergognoso atto intimidatorio siano individuati e soprattutto ci aspettiamo una netta e inequivocabile condanna da parte di tutte le forze politiche, sinistra in primis. Solidarietà e vicinanza al presidente del Consiglio Giorgia Meloni”.

Ma la reazione che non ci si aspetta arriva da Debora Serracchiani. L’esponente del Pd era stata protagonista nei giorni scorsi di diversi battibecchi con il premier. Come ad esempio quando, durante il dibattito sulla fiducia al governo, aveva accusato il presidente del Consiglio di volersi porre “un passo dietro agli uomini”. Ora però, di fronte a questa grave minaccia, cambia tutto. “Solidarietà alla presidente Meloni. – scrive infatti la Serracchiani su Twitter – A Bologna un episodio intollerabile che va condannato fermamente. La democrazia è confronto, anche scontro, mai minaccia”.

Potrebbe interessarti anche: Serracchiani attacca Meloni sui migranti ma è bufera social: “È questa la destra al governo”

Torna su