People

Il discorso di Greta all’Onu? Tweet sarcastico di Trump. Che figuraccia il presidente Usa

E così Donald Trump, dopo aver snobbato l’incontro all’Onu per i cambiamenti climatici, si prende anche gioco di Greta Thunberg. Nel video ritwittato dal Presidente degli Stati Uniti c’è la giovane attivista sull’orlo delle lacrime che afferma che “le persone soffrono, le persone stanno morendo, interi ecosistemi stanno collassando e tutto quello di cui riuscite a parlare è il denaro e favore su un’eterna crescita economica”. Il commento di Donald Trump, però, è apparso a tutti molto sarcastico.

“Sembra una ragazzina molto felice piena di speranza per un bellissimo e brillante futuro. Un vero piacere vederla”. Trump non avrebbe dovuto partecipare al summit delle Nazioni Unite sul Clima, ma ha poi deciso di raggiungere l’incontro, sebbene solo per 15 minuti e senza intervenire, limitandosi ad ascoltare gli interventi della cancelliera tedesca Angela Merkel e del premier indiano Narendra Modi.

Greta Thunberg, invece, ha rubato la scena ed è apparsa ai presenti come un fiume in piena: la ragazza che per mesi, ogni venerdì, ha marinato la scuola per manifestare contro il cambiamento climatico, ha dato voce a tutta la sua rabbia. Ha rimproverato politici, economisti, tutti sotto attacco alle Nazioni unite: “Come osate a continuare a guardare dall’altra parte e venire qui dicendo che stanno facendo abbastanza?”.

Il discorso dell’attivista svedese, prima che sui numeri del cambiamento climatico, si è concentrato sulla tragedia umana conseguenza del riscaldamento globale: “Le persone stanno morendo. Interi ecosistemi stanno crollando. Siamo all’inizio di un’estinzione di massa. E l’unica cosa di cui siete capaci di parlare sono i soldi e le fiabe sulla crescita economica eterna. Come vi permettete?”.

“Il mio messaggio è che vi osserveremo. Tutto ciò è sbagliato. Non dovrei essere qui. Dovrei stare a scuola, dall’altra parte dell’oceano – dice la 16enne -. Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia con le vostre parole vuote”. Il vertice delle Nazioni uniti arriva dopo che, venerdì 20 settembre, circa 4 milioni di persone in tutte le città del mondo sono scese in piazza a manifestare per la difesa del clima e dell’ambiente.

“Oggi non ci state presentando soluzioni o piani in linea con queste cifre. Perché questi numeri sono troppo scomodi. E non siete abbastanza maturi per dire le cose come stanno – dice la ragazza, diventata simbolo della lotta al cambiamento climatico -. Ci state deludendo, ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento. Gli occhi di tutte le generazioni future sono su di voi. E se scegliete di fallire, non vi perdoneremo mai”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Greta accolta da un’ovazione all’Onu. E lei: “Noi giovani siamo inarrestabili”