Lifestyle

Ebay vendite in calo per il prossimo trimestre 2018

Malgrado i suoi 171 milioni di utenti attivi, eBay fatica a mantenere la propria posizione di mercato. Negli ultimi anni la compagnia un tempo leader nel settore marketplace online non ha apportato o quasi alcuna innovazione all’interno della piattaforma perdendo terreno nei confronti di più dinamici competitor, quali Amazon, Etsy, TheRealReal, Poshmark e Shpock.

EBay ha registrato il quarto trimestre e guadagni per l’intero anno, dopo la chiusura del mercato di oggi, dove ha registrato un fatturato di $ 2,6 miliardi e un utile rettificato per azione di $ 0,59 per il trimestre (rispetto a $ 0,54 un anno fa) e $ 9,6 miliardi di ricavi per l’anno. Mentre la stagione delle vacanze, che cadeva nel trimestre conclusosi il 31 dicembre, è tradizionalmente un periodo enorme per le società di e-commerce, nel caso di questo gigante dell’e-commerce è sceso poco prima delle stime: gli analisti si aspettavano vendite di $ 2,61 miliardi e guadagni per azione di 59 centesimi.

In particolare, eBay ha registrato una perdita netta GAAP di $ 2,6 miliardi dalle operazioni continue, “spinto principalmente da una tassa di $ 3,1 miliardi imputabile alla promulgazione del Tax Cuts and Jobs Act”. Tuttavia, la società ha cercato di dare un tono ottimista, indicando una crescita attiva dei compratori del cinque percento a 170 milioni. Il volume delle merci lorde, o l’importo totale speso sulla sua piattaforma, è stato di $ 24,425 miliardi contro $ 22,275 miliardi per lo stesso trimestre di un anno fa.

ebay-vendite-in-calo“Il quarto trimestre è stato un trimestre da record per eBay, che rappresenta il quinto quarto consecutivo di accelerazione del volume nel nostro mercato statunitense”, ha dichiarato Devin Wenig, presidente e CEO di eBay, in una nota. “Abbiamo fatto grandi progressi nella trasformazione di eBay, offrendo allo stesso tempo una crescita significativa e prevediamo un’ulteriore accelerazione nel 2018, mentre continuiamo ad attuare la nostra strategia”.

Tuttavia, la guida degli utili che eBay fornisce per il prossimo trimestre, il primo trimestre del 2018 e l’intero anno non sono particolarmente aggressivi. La società prevede entrate nette comprese tra 2,57 miliardi di dollari e 2,61 miliardi di dollari nel primo trimestre, ma con un calo dell’ESP rispetto a questo trimestre compreso tra 0,52 e 0,54 dollari. Si prevede vendite per l’intero anno tra $ 10,9 miliardi e $ 11,1 miliardi. L’azienda ha riacquistato 922 milioni di dollari di azioni nell’ultimo trimestre e ha ora definito un piano per riacquistare 6 miliardi di dollari in più.

I guadagni arrivano sulla scia di uno squilibrato Q3 per eBay, dove le vendite di $ 2,4 miliardi e EPS $ 0,48 sono calate secondo le stime degli analisti, ma non hanno messo in evidenza nessuna crescita drammatica per la società, che ha aggiunto 2 milioni di clienti in quel trimestre.

Leggi anche: Crisi Tesla? licenziate tra le 400 e le 700 persone in una settimana. Cosa sta succedendo?

ebay-vendite-in-calo

È interessante confrontare eBay con Amazon e Alibaba. Un tempo potenziali rivali di eBay nella prima ondata di grandi successi nell’e-commerce, Amazon ha continuato a diversificare in modo massiccio in un programma di fidelizzazione multi-servizio, intelligenza artificiale e gadget per rendere l’IA una parte della vita domestica di tutti, contenuti originali , servizi cloud rivolti alle imprese e ad altre attività commerciali e altro ancora. Alibaba ha seguito una traiettoria simile, portandosi dietro l’enorme crescita del suo mercato interno cinese.

L’espansione più grande e di maggior successo di eBay al di là della sua attività principale di asta e mercato era probabilmente l’acquisizione di PayPal, che successivamente ha ceduto e, come puoi vedere dai suoi guadagni all’inizio di oggi, è ora più grande della società che una volta possedeva. Anche nel suo core business di vendita di beni online, alcuni lo hanno descritto come eBay che lotta per la rilevanza come consumatore e i venditori in categorie come la moda hanno superato i propri sforzi.

Leggi anche: Amazon Go: il primo store al mondo senza cassieri