Economia

Elite raggiunge quota 1000 imprese: gli ingredienti di un successo inarrestabile

ELITE ha raggiunto il traguardo delle 1.000 imprese e dà i il benvenuto a 35 nuove società italiane ammesse al programma dedicato alle aziende ad alto potenziale di crescita. Le nuove aziende italiane che hanno iniziato ieri il loro percorso, provengono da 9 diverse regioni e operano in differenti settori tra cui moda, industria e tecnologia a ulteriore conferma della capacità di ELITE di rappresentare l’economia reale del Paese. Con un fatturato medio di 57 milioni di euro e 6.600 addetti, le nuove imprese italiane sono le prime di una serie di nuovi gruppi di aziende che entreranno nella piattaforma ELITE a livello internazionale e che verranno annunciati nei mesi di novembre e dicembre. Sono infatti oltre 100 gli ingressi in ELITE nelle prossime settimane da Gran Bretagna, Europa Continentale, Africa, America Latina, Medio Oriente e Stati Uniti.

Il programma internazionale di London Stock Exchange Group, gestito da Borsa Italiana in collaborazione con Confindustria, è nato nel 2012, e durante questi 6 anni non ha mai frenato la sua continua crescita. Ma quale sarà il segreto del loro successo? La responsabile di Italia ed Europa per ELITE, Marta Testi, ha svelato qualche regola sull’efficace riuscita degli obbiettivi del programma: “Avere strategia e visione, dotarsi di un’organizzazione snella quanto efficace, scommettere su qualità dei prodotti e innovazione, scegliere in maniera ponderata i propri mercati di riferimento, essere pienamente consapevoli degli strumenti finanziari più idonei al proprio business”.


Dunque, secondo il punto di vista della Responsabile di ELITE , la ricetta della crescita, “si basa su ingredienti semplici che, dosati nel modo corretto, possono davvero fare la differenza”. Il punto da cui partire si chiama strategia, ha sottolineato la Testi: “avere la capacità di tradurre il sogno imprenditoriale in una chiara visione declinata poi in una strategia da perseguire tutti i giorni è il punto di partenza di un percorso di crescita”. Purché si tratti di una strategia dinamica, ossia “capace di adattarsi al contesto che ci circonda”. Occhio anche al fattore umano: “Una strategia brillante evincente sulla carta prosegue non esiste se non ci sono poi le persone e soprattutto un’organizzazione pronta a realizzarla, tutti i giorni, passo dopo passo. Inoltre senza qualità e innovazione del prodotto o del servizio è difficile crescere in modo importante”.

La responsabile ELITE, prosegue indicando poi lo spunto sul quarto ingrediente, ovvero i mercati di sbocco “sui quali vendere il proprio prodotto o servizio e i canali con i quali raggiungerli. La scelta del proprio mercato di riferimento -ha spiegato la Testi- sia esso domestico o internazionale, è un elemento cruciale per la crescita così come la modalità con cui raggiungerli”. Secondo la responsabile di ELITE, le loro società sono fortemente internazionalizzate e hanno colto, in alcuni casi in anticipo rispetto ai player del proprio settore di riferimento, la necessità di competere a livello globale, in quanto l’attuale contesto del mercato domestico non sempre può garantire tassi di crescita interessanti.

L’ultimo ingrediente è l’accesso alla finanza come strumento per rendere realtà quelli che sono i sogni di ciascun imprenditore. Secondo la responsabile Italia ed Europa di ELITE, “Progetti ambiziosi portano con sé investimenti ambiziosi, acquisizioni, aggregazioni, apertura di nuovi mercati commerciali, investimenti in ricerca e sviluppo. Realizzare tutti questi progetti senza avere piena coscienza degli strumenti che la finanza mette a servizio dell’impresa sarebbe come iniziare un viaggio senza la giusta attrezzatura”. ELITE quindi, si propone come ecosistema all’interno del quale le imprese ambiziose si confrontano con altre realtà imprenditoriali eccellenti come loro, con le competenze di esperti partner del progetto e con le centinaia di investitori che fanno parte della community con l’obiettivo di poter un giorno investire in queste realtà. La Testi conclude ricordando l’importanza che ha la Sostenibilità per la crescita di un’impresa: “La capacità di innovare, creare posti di lavoro e crescere a livello di sistema è legato fortemente alle aziende di piccola e media dimensione che il sistema deve supportare perché, facendo crescere queste realtà, cresce la nostra economia nel suo complesso”.

ELITE è un progetto dedicato alle aziende ambiziose con un modello di business solido e una chiara strategia di crescita. Esso si propone di accelerare lo sviluppo delle imprese attraverso un innovativo percorso di supporto organizzativo e manageriale basato su modelli di pianificazione e controllo sia a livello strategico che industriale e su un framework di governo societario per rendere imprese già meritevoli ancora più organizzate, trasparenti, competitive e più attraenti nei confronti degli investitori a livello globale.

 

 

Ti potrebbe interessare anche: Fare impresa: 5 idee di business ecologici

Articoli correlati