Tecnologia

Elon Musk dichiara: “Marte non sarà una via di fuga per ricchi”

Elon Musk ha recentemente respinto le affermazioni secondo cui trasferirsi su Marte rappresenta una “via di fuga solo per ricchi”. Durante un’intervista nel famoso Axios su HBO avvenuta la scorsa domenica sera, il fondatore e CEO di SpaceX ha detto che stava “parlando di trasferirsi lì”, e che è il 70% di noi probabilmente ci arriverà personalmente. Anche se, udite udite, il rischio di morte è più lato che sulla Terra.

Leggi anche: Elon Musk: deve dimettersi da presidente Tesla e pagare una multa di $20 milioni

I grandi piani del raggiungimento del pianeta Marte da parte di Elon Musk non sono certo un segreto. Nel settembre 2017, il miliardario 47enne ha annunciato la sua ambiziosa intenzione di arrivare su Marte già nel 2022, prima di portare un intero equipaggio umano nel 2024.

L’intervista ad Axios su HBO

Musk ha confermato questa timeline nella sua ultima intervista, dicendo ad Axios che i viaggi umani su Marte sarebbero di fatto possibili tra soli sette anni. Non sorprende che i biglietti per Marte non siano economici: quanto costano? Circa duecentomila dollari.

elon-musk-dimissioni-presidente

Ma Musk ha però negato che i viaggi su Marte potrebbero essere una strategia di fuga per i ricchi sulla Terra.
“No. La probabilità di morire su Marte è molto più alta che sulla Terra. Sarà difficile. C’è una buona possibilità di morire, andando in un piccolo barattolo attraverso lo spazio profondo, quindi escludo che i ricchi del nostro pianeta vogliano tutti cambiare residenza”.

Musk ha ribadito il fatto che il viaggio non sarà esattamente un viaggio in barca, lì ci si aspetta un duro lavoro anche per promuovere uscite turistiche, e forse sarà possibile costruire una nuova colonia.

Leggi anche: Elon Musk: Tesla, possibile privatizzazione, ecco perché

Alte le probabilità di morte

Una volta che si potrà atterrare successo, sarà necessario lavorare senza sosta per costruire la base, quindi, non ci sarà molto tempo libero. E una volta arrivato lì, anche dopo aver fatto tutto questo, e essersi ambientati, ci saranno buone possibilità di morirci”.

A settembre, Musk ha dichiarato che la sua compagnia intende raggiungere il pianeta rosso con SpaceX’s BFR – abbreviazione di Big Falcon Rocket o Big F * cking Rocket – ora noto come SpaceX’s Starship.

L’intervista è andata in onda il giorno prima che il lander InSight della NASA atterrasse su Marte. Impostato per atterrare lunedì alle 15:00 ET, la nave è in missione per osservare i terremoti marziani e studiare l’interno del pianeta al fine di una possibile colonizzazione terrestre.