Social

Elon Musk si compra Twitter: “L’uccellino è stato liberato”

Alla fine il tira e molla tra Elon Musk e Twitter si è risolto. Erano mesi che l’imprenditore, già proprietario di Tesla e SpaceX, aveva messo gli occhi sul social network Twitter. Una trattativa che sembrava non dover mai vedere la luce. E, invece, come preannunciato dallo stesso Musk poche ore prima, l’imprenditore si è assicurato la proprietà di Twitter sborsando 44 miliardi di dollari.

Elon Musk si compra Twitter

Appena la notizia dell’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk è stata ufficializzata, l’imprenditore ha voluto subito lanciare un segnale forte aggiornando la sua biografia sul social network. Ora sul suo profilo si può leggere “capo di Twitter”. Inoltre, secondo quanto riporta l’Agenzia Dire (www.dire.it), Musk ha pubblicato un post dal tono provocatorio in cui c’è scritto semplicemente: “L’uccellino è stato liberato”. Il suo riferimento è probabilmente al fatto che, fino ad oggi, gli utenti non erano liberi di esprimere le loro opinioni fino in fondo. Mentre ora qualcosa cambierà.

FILE PHOTO: Elon Musk’s twitter account is seen on a smartphone in front of the Twitter logo in this photo illustration taken, April 15, 2022. REUTERS/Dado Ruvic/Illustration/File Photo

Il suo cinguettio ottiene immediatamente centinaia di migliaia di reazioni entusiastiche dai parte di alcuni dei 110 milioni di follower. Secondo quanto scrive anche il Corriere della Sera poi, un’altra conseguenza immediata del passaggio di Twitter nelle mani di Musk è che quattro importanti dirigenti della società sono stati silurati. Si tratta del ceo Parag Agrawal, del direttore finanziario Ned Segal, del consigliere generale Sean Edgett e della responsabile del team legale Vijaya Gadde.

Come accennato, la trattativa tra Elon Musk e i vecchi vertici di Twitter andava avanti da mesi. Ad aprile scorso sembrava proprio che i giochi fossero fatti. Ma con un colpo di scena l’imprenditore aveva fatto un mezzo passo indietro, accusando la società che voleva acquistare di poca trasparenza sul numero degli account falsi. Accuse che gli erano costate una citazione in giudizio. Oggi invece è arrivata la svolta. Ora tutti gli occhi sono puntati sulla nuova versione di Twitter per capire se Musk manterrà davvero la sua parola di renderlo una piazza virtuale con la massima libertà di espressione.

Potrebbe interessarti anche: Elon Musk dopo Twitter: “Compro Coca-Cola per rimetterci la cocaina”

Torna su