Mass Media

Eurovision, il giornalista russo a Zona Bianca: “Non lo abbiamo guardato”

Il gruppo ucraino Kalush Orchestra ha trionfato nell’ultima edizione dell’Eurovision che si è concluso a Torino nella serata di sabato 14 maggio. Notizia nella notizia è che il cantante del gruppo, Oleh Psiuk, ha deciso di tornare immediatamente nel suo Paese per andare a combattere contro i russi. Da Mosca però l’evento torinese viene snobbato totalmente, come spiega il giornalista russo Alexey Bobrovsky, ospite di Giuseppe Brindisi durante l’ultima puntata di Zona Bianca.

I russi non hanno visto Eurovision

Giuseppe Brindisi domanda al suo ospite un’opinione sull’Eurovision appena concluso a Torino. “Non abbiamo guardato l’Eurovision. Non ci interessa questo evento. – taglia corto Bobrovsky – È evidente che è stata una vittoria politica del gruppo ucraino. Ma non è interessante. Per noi non è un evento rilevante. Per cui non ho proprio da commentare”.

“Un altro aspetto invece è che gli eventi che adesso accadono contro la Russia in Europa sono molto gravi. – prosegue poi nel suo ragionamento il giornalista russo – Ad esempio molti russi non possono partecipare a concorsi culturali o di altro tipo. Per cui secondo me è molto distruttivo. È una guerra psico isterica, una guerra contro la storia russa. Per cui se voi pensate che questo sia normale, forse potete continuare in questa direzione. Ma io credo che sia poco brillante da parte dei politici europei”, conclude.

“I russi sono stati esclusi da molti eventi. Penso che questa sia una cosa giusta, perché molti cittadini in Russia dicono che non capiscono esattamente che cosa sta succedendo e non conoscono la situazione. – queste invece le parole del cantante della Kalush Orchestra – Questo è un segnale che tutto il mondo manda a loro per dire che sta succedendo qualcosa di sbagliato”. La fotografia che ritrae Psiuk mentre bacia e abbraccia la fidanzata prima di partire per il fronte ucraino sta facendo il giro del web.

Potrebbe interessarti anche: Kalush Orchestra: il cantante torna al fronte dopo la vittoria all’Eurovision

Torna su