Economia

Tu vuò fà l’americano: Ferrero si prende gli Usa. Altro affare d’oro

Ferrero fa il colpo grosso. Il colosso piemontese dell’industria dolciaria compra il business dei biscotti, degli snack alla frutta, dei gelati e delle crostate da Kellogg Company per 1,3 miliardi di dollari (1,16 miliardi di euro al cambio attuale) in contanti. Questi business, specifica il gruppo italiano in una nota, hanno generato un fatturato di circa 900 milioni di dollari nel 2018.

Nel dettaglio Ferrero acquisirà i biscotti a marchio Keebler, i biscotti Famous Amos, il marchio di biscotti premium per famiglie Mother’s e i biscotti senza zucchero Murray, così come Little Brownie Bakers. Ferrero acquisirà anche il business degli snack alla frutta Kellogg’s, insieme ai coni gelato e le crostate Keebler’s.

Ferrero ha battuto la concorrenza dell’americana Hostess Brands. L’operazione comprende sei stabilimenti di produzione statunitensi di proprietà, situati in tutto il paese. Il deal comprende anche un impianto di produzione in affitto a Baltimora, nel Maryland. Come si diceva, si tratta di una nuova ‘puntata’ in America: dal 2017, l’azienda di Alba ha acquisito diversi marchi e aziende statunitensi.

Con questa transazione entrerà in nuove categorie di prodotti strategici, rafforzando ulteriormente la sua posizione nel mercato nordamericano. Per Giovanni Ferrero, presidente esecutivo, si tratta di “un’eccellente soluzione strategica, perché i nuovi marchi consentono di continuare ad aumentare la nostra presenza complessiva e l’offerta di prodotti nel mercato nordamericano”.

All’inizio dello scorso anno, l’azienda di Alba aveva acquistato dalla Nestlè il business americano delle barrette di cioccolato della Nestlè, investendo quasi 3 miliardi di dollari. “Stiamo acquisendo un portafoglio di marchi consolidati amati dai consumatori, con posizioni sul mercato molto forti attraverso le loro rispettive categorie, permettendoci di diversificare in modo significativo il nostro portafoglio e di sfruttare le nuove entusiasmanti opportunità di crescita nel mercato dei biscotti più grande del mondo”, ha aggiunto Lapo Civiletti, ceo del Gruppo Ferrero.

“L’acquisizione rappresenta un’opportunità entusiasmante per portare avanti i nostri obiettivi strategici di crescita e non vediamo l’ora di condividere i nostri piani aziendali con i nostri clienti, fornitori e gli altri partner nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, e dare il benvenuto ai nostri nuovi colleghi di Kellogg’s”, ha continuato Todd Siwak, ceo di Ferrara Candy Company (gruppo Ferrero).

 

Ti potrebbe interessare anche: Ferrero cerca 60 assaggiatori Nutella. Esperienza richiesta nessuna