Lifestyle

Francesco Totti, appello di Maurizio Costanzo alla Roma: “Friedkin offrigli un ruolo”

Da giorni ormai la notizia di apertura degli organi di stampa non è più la guerra in Ucraina o l’emergenza Covid, ma la separazione tra Francesco Totti e Ilary Blasi. Certo, nelle ultime ore si discute molto anche della crisi del governo Draghi in corso. Ma agli italiani sembrano interessare molto di più i retroscena sulla fine della coppia. A questo proposito il giornalista Maurizio Costanzo, intervistato dal Corriere dello Sport, lancia un accorato appello alla dirigenza della Roma. Costanzo, va ricordato, ha ricoperto recentemente il ruolo di advisor per le relazioni esterne del club giallorosso.

Maurizio Costanzo e Francesco Totti

“Ho detto che la storia di Zaniolo era interminabile. Infatti continua. Per fortuna che ha segnato. Può continuare, a patto che segni. – così Maurizio Costanzo inizia il suo editoriale sul Corriere dello Sport, prima di passare subito a parlare dell’ex capitano giallorosso – Posso non parlare della vicenda di Francesco Totti? No, non posso. Infatti, vorrei chiedere ai Friedkin di offrire un ruolo nella Roma a Totti. I tifosi sarebbero contenti e per lui sarebbe un giusto riconoscimento”.

“Pensavo, l’altro giorno, che se Totti fosse andato in Tanzania al posto di Ilary, sarebbe stato accolto trionfalmente da una squadra di calcio locale. – prosegue poi Maurizio Costanzo – Non sapremo mai come sarebbero andate veramente le cose. Non mi intendo di numeri, ma non capisco quanto ho letto in questi giorni, cioè che ‘il pallone perde un milione al giorno’. Mi piacerebbe sapere, se non è chiedere troppo, come, perché e in che modo si perde questo milione al giorno”.

“Mi sembra di capire che gli abbonamenti della Roma vanno bene. – chiosa polemico Maurizio Costanzo – Ho saputo che Mourinho si è fatto un altro tatuaggio, ma mi piacerebbe sapere da Mourinho stesso, da lui e solo da lui, come vanno gli allenamenti. Torno a parlare di Totti, sì, perché non nascondo che mi piacerebbe proprio che Francesco avesse un ruolo nella sua squadra del cuore. Lo ripeto, perché vorrei far capire, a chi di dovere, che varrebbe come l’acquisto di un grande centravanti”.

Potrebbe interessarti anche: Francesco Totti, l’ex marito di Noemi: “Ha tutta la mia comprensione”

Torna su