Interni

Furto in casa Verdini: i ladri trovano un quadro di Salvini e lo bruciano

Un tentativo di furto dai dettagli decisamente originali, quello che si è trovato a subire l’ex parlamentare di Forza Italia Denis Verdini. Che non solo ha dovuto fare i conti con dei ladri che hanno tentato di intrufolarsi in un’abitazione di sua proprietà, ma anche con il particolare gusto dei malfattori che, a quanto pare, non avrebbero gradito un ritratto presente all’interno della casa e che ritraeva il numero uno della Lega, Matteo Salvini.

A dare la notizia dell’accaduto è il Corriere Fiorentino, che racconta del tentato furto nella depandance della villa di Verdini. A dare l’allarme è stato il mattino successivo il custode che, arrivando, ha notato che qualcosa non andava. Una finestra dell’edificio, che si trova nella zona di Galluzzo in periferia di Firenze, era infatti stata sfondata. 
Sul posto sono così intervenuti i carabinieri. Si sarebbe trattato di un tentato furto perché nelle depandance non c’era nessuno e non c’erano nemmeno oggetti di valore, dettaglio questo che ha spinto i ladri ad andarsene dopo una rapida perlustrazione delle stanze alla ricerca di preziosi e contante. Ad attirarli, però, è stato un ritratto fotografico raffigurante il segretario della Lega ed ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, fidanzato con Francesca Verdini, figlia di Denis.Forse per delle idee politiche lontane da quelle del numero uno del Carroccio, forse per la frustrazione del colpo sfumato, i ladri hanno così preso l’accendino e iniziato ad annerire il quadro. Non è la prima volta che le abitazioni di Verdini vengono presa di mira. Nell’aprile scorso, infatti, alcuni ladri erano entrati in azione nella stessa villa della famiglia che si trova tra la zona del Galluzzo. Una decina di giorni prima in quella abitazione era stato ospite, ironia della sorte, Salvini. I carabinieri stanno cercando di capire se a colpire Verdini sia stata la stessa banda.

Il suo cane muore per colpa dei fuochi d’artificio. La foto straziante fa il giro del mondo