Interni

Gabanelli: “Il Nord Italia non vuole che si sviluppi la sanità al Sud”

Una polemica che spacca in due l’Italia, quella lanciata su La7 dalla giornalista Milena Gabanelli. E che ha scatenato feroci reazioni da parte degli utenti, alcuni concordi con la tesi e altri, invece, che hanno chiesto con rabbia di tenere l’Italia al riparo dalle polemiche fino alla fine dell’emergenza coronavirus. La conduttrice di Report, ospite della trasmissione Di Martedì di Giovanni Floris, ha infatti parlato di un interesse da parte del nord affinché il sud del Paese non si sviluppi.

“Il Nord ha certamente questo interesse, attrae i pazienti dal Sud. Vale sia per gli ospedali pubblici che per le strutture private. Quindi certamente non ha interesse a spingere affinché la sanità al Sud migliori” ha detto la Gabanelli. Una frase arrivata dopo tante polemiche arrivate negli scorsi giorni e che avevano visto spesso medici e professori degli emisferi nord e sud del Paese trovarsi su posizioni contrastanti, spesso in maniera anche accesa.
Nelle scorse ore, per esempio, c’era stato il caso della partecipazione a Carta Bianca del dottore napoletano Ascierto, l’uomo che ha avuto l’intuizione di utilizzare un farmaco per combattere i sintomi del Covid, e che era stato attaccato da un collega del Nord, Massimo Galli dell’ospedale Sacco di Milano. L’accusa era quella di aver scippato un’idea della sanità lombarda che l’avrebbe sperimentata prima di quella napoletana. Un momento di polemiche che stona con la realtà di un Paese messo in ginocchio da un’emergenza imprevista e che continua a fare paura, con il numero dei morti e dei contagiati in costante crescita anche se, per fortuna, i dati sui guariti nelle ultime ore sono stati i migliori degli ultimi giorni. La fotografia di un’Italia che, anche di fronte all’emergenza, fatica a sentirsi davvero unita.

Positiva al coronavirus, litiga con la cassiera e le tossisce in faccia