People

Gabriele Ferrieri: da iCarry ad ANGI, l'Associazione Italiana Giovani Innovatori

Il nostro viaggio tra gli innovatori italiani vi porta oggi a conoscere Gabriele Ferrieri, già fondatore della startup di successo iCarry e da poco Presidente della neo-nata ANGI-Associazione Nazionale Giovani Innovatori. Ferrieri, con un’esperienza a 360 gradi nel mondo dell’innovazione, è oggi a capo di un progetto importantissimo per l’Italia, che mira a diventare il punto d’incontro tra gli innovatori del Belpaese e il mondo del lavoro. “La maggior parte delle realtà che oggi operano in Italia sono verticali. Non permettono il dialogo tra i vari attori, ma finiscono sempre col comunicare a quell’1% della popolazione che già conosce perfettamente le tematiche dell’innovazione” ha commentato Ferrieri durante la presentazione di ANGI alla Camera dei Deputati.

La startup iCarry, successo della sharing economy

Come anticipato, prima di essere Presidente di ANGI-Associazione Nazionale Giovani Innovatori, Gabriele Ferrieri nel 2015 ha fondato la startup innovativa iCarry insieme a Daniel Giovannetti. L’azienda rappresenta la  prima e più grande piattaforma di sharing economy per le spedizioni urbane. Mediante la piattaforma iCarry, infatti, è possibile contattare in modo semplice e smart è possibile trovare i corrieri presenti in zona, verificare il costo della spedizione e anche le tempistiche.
A differenza dei normali nonché onerosi servizi per il trasporto merci, iCarry – grazie all’utilizzo della sharing economy – offre un prodotto low-cost e di altissima qualità. In perfetta linea con questo modello economico, è possibile registrarsi come fattorino occasionale direttamente dalla piattaforma, semplicemente specificando i propri dati anagrafici.
gabriele-ferrieri-angi

Ad appena un anno dalla nascita, iCarry vince la call di ImpactHUB e nel 2016, nel contesto della Maker Faire Rome, Ferrieri parla ai reporter de Il Messaggero dicendo “Rispetto all’anno scorso abbiamo più che raddoppiato il numero degli utenti e abbiamo ulteriormente migliorato la nostra piattaforma, per renderla più efficiente e anche più “amica” dell’ambiente. È il secondo anno che esponiamo la nostra idea presso lo stand di PostePayCrowd, e abbiamo ottenuto un ottimo riscontro, anche in termini di investimenti. Ora vorremmo guardare oltre e internazionalizzare il servizio”.

ANGI – Il luogo d’incontro tra giovani innovatori e mondo del lavoro

Da imprenditore di successo a portavoce di progetto molto ambizioso, ovvero quello di mettere in comunicazione gli innovatori italiani con le aziende nonché quello di creare una cultura dell’innovazione tra privati, aziende e istituzioni. Gabriele Ferrieri ha riunito sotto la sua guida alcuni tra i maggiori influencer, professionisti, imprenditori ed esponenti del mondo dell’innovazione in ANGI-Associazione Nazionale Giovani Innovatori.

Nel convegno tenuto alla Camera dei Deputati il 25 gennaio 2018, Ferrieri ha spiegato che “Con Angi volevamo creare un’organizzazione no profit che avesse come scopo quello di rispondere ad esigenze che non avevano ancora trovato soluzione. Le nostre parole chiave sono innovazione, giovani e sinergia. Oggi possiamo dire di aver mosso un primo grande passo verso il perseguimento della mission: proporci in Italia e nel mondo come punto di riferimento per l’innovazione, sviluppandola in tutte le sue declinazioni e in piena sinergia fra tutte le realtà e gli operatori del mondo dell’innovazione. Dalle startup a chi ha un’idea da realizzare, dalle associazioni di categoria alle Università, dalle agenzie governative fino al parlamento italiano ed europeo”.
Leggi anche: Davide Dattoli, da Talent Garden alla Silicon Valley