Interni

Giorgia Meloni perde la testa contro Saviano: “Portatemelo qui”

Giorgia Meloni sfida Roberto Saviano a un confronto faccia a faccia, dopo che lo scrittore aveva messo in evidenza gli errori commessi tanto dalla leader di Fratelli d’Italia quanto dal segretario della Lega Matteo Salvini a ridosso dell’inizio della seconda ondata. Una fase che aveva visto i due sovranisti fare forti pressioni sul governo affinché le attività nel Paese ripartissero, con una forte sottovalutazione del rischio di una nuova impennata dei contagi.

Parole che alla Meloni non sono però piaciute, tanto da scagliarsi contro Saviano nel corso della trasmissione di Rete 4 Quarta Repubblica. “Roberto Saviano senza contraddittorio si permette di dare la responsabilità di quello che sta accadendo in Italia a gente che negli ultimi 8 mesi non ha avuto possibilità di toccare palla” è stata la risposta della diretta interessata, che ha sostenuto di non essere stata mai consultata da Conte e dal governo al momento di prendere decisioni.
Poi l’affondo: “Non è che se uno dice le cose con la voce molto bassa, dice necessariamente delle cose intelligenti. Roberto Saviano dice un sacco di idiozie e io non capisco perché venga considerato un guru, ma sono pronta a sfidarlo. Se lei me lo porta qui seduto parliamo di come sono andate le cose. Se Roberto Saviano oltre a pontificare con le sue stupidaggini ci viene a spiegare come sono andate le cose”.

Negli ultimi giorni, Giorgia Meloni è tornata di colpo molto battagliera nei confronti del governo Conte, dopo mesi in cui era sembrata più pacata nei toni e negli atteggiamenti. Gli analisti fanno notare come la svolta coincida con il calo ulteriore nel consenso, stando ai sondaggi, di Matteo Salvini: chiaro l’intento, quindi, di sottrarre al leader della Lega lo scettro di leader del centrodestra.

Calabria, altro colpo di scena: anche Gaudio si dimette dal ruolo di commissario