Interni

Manifestazioni no green pass: militari in strada e divieti

Le manifestazioni anti green pass, previste in tutta Italia per venerdì 15 ottobre, potrebbero subire delle forti limitazioni o addirittura essere vietate. È quanto ha stabilito il ministero dell’Interno dopo una riunione in cui si è discusso delle falle nella gestione dell’ordine pubblico durante la manifestazione di Roma di sabato scorso. Si profila anche l’ipotesi di schierare i militari nelle strade. Uomini dell’esercito che saranno sicuramente presenti durante lo svolgimento del G20 del 30 e 31 ottobre.

Governo pronto ad utilizzare i militari

In vista della data segnata in rosso sul calendario del 15 ottobre, l’indicazione del Viminale è quella di tenere manifestazioni e cortei lontani dagli obiettivi considerati a rischio. Così si è deciso nella recente riunione tenuta al ministero guidato da Luciana Lamorgese. Anzi, le manifestazioni contro il green pass potrebbe anche essere vietate. Quello che è certo è che non potranno svolgersi nel centro di Roma. Anche perché, nella giornata di sabato 16, è già stata fissata la manifestazione dei sindacati a piazza San Giovanni, in solidarietà con la Cgil dopo l’assalto subito.

Migliaia di agenti delle forze dell’ordine verranno dunque schierati a difesa degli obiettivi sensibili come le sedi istituzionali. Già deciso, invece, l’utilizzo dell’esercito in occasione del G20. Militari che però potrebbero scendere in campo anche in altre occasioni. Comunque sia, nella riunione del Viminale è emerso chiaramente che la situazione è sfuggita di mano sabato scorso.

Sul banco degli imputati, la mancanza di informazioni preventive sull’effettivo numero dei partecipanti alla manifestazione di piazza del Popolo, poi rivelatisi molti di più del previsto. Polemica anche sul fatto che il leader romano di Forza Nuova, Giuliano Castellino, avesse annunciato dal palco l’assalto alla Cgil. E anche sul presunto accordo preso con la Digos dall’ex Nar Aronica per indirizzare il corteo verso la sede del sindacato. Ma da domani l’intenzione del governo è quella di voltare pagina. Per questo si pensa ai militari.

Potrebbe interessarti anche: Schilirò a Giletti: “Manifestazione di Roma flop clamoroso”