Cultura

Greta contro i media e i big della Finanza: “Parlate tutti, nessuno fa niente”

Primo giorno della 50esima edizione del Forum economico mondiale di Davos. L’attivista svedese Greta Thunberg ha partecipato a un panel di giovani sul clima, il gruppo di discussione più giovane nella storia. “Sono successe molte cose che nessuno avrebbe potuto prevedere, e questo ha dato il via a un movimento – ha detto la giovane attivista – Non sono solo io, ma tanti giovani ovunque che hanno creato un’alleanza. Le persone sono più consapevoli ora. Grazie alla spinta dei giovani sembra che il clima e l’ambiente ora siano un argomento caldo. Allo stesso tempo, però, non è stato realizzato nulla. Le emissioni globali continuano ad aumentare. Dobbiamo iniziare ad ascoltare la scienza e trattare questa crisi con l’importanza che merita”.

Al panel partecipano anche Salvador Gómez-Colón, che ha raccolto i fondi per l’uragano Maria che ha devastato Portorico nel 2017, Natasha Mwansa, attivista zambiana per i diritti delle ragazze e delle donne, e Autumn Peltier, la “guerriera dell’acqua” canadese, membro della Prima Nazione di Wikwemikong. “Come gestite tutti gli haters?”, ha chiesto il moderatore giornalista del Time ai ragazzi. Greta ha glissato e ha invece chiesto di poter leggere una sua dichiarazione, in cui ha citato il rapporto IPCC, il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico, a partire dal 2018. Ha spiegato che sono rimasti pochi anni per agire e che c’è una probabilità del 67% di mantenere la temperatura globale al di sotto dell’1,5%.

“Con i livelli di emissione odierni, il budget rimanente sparirà in meno di otto anni. Queste non sono le opinioni di nessuno, questa è scienza”. Ha concluso bacchettando i media: “Non posso certo lamentarmi di non essere ascoltata, vengo ascoltata in continuazione. Ma la scienza, e i giovani, in generale non sono al centro del dibattito sul clima. Invece si tratta del nostro futuro e c’è bisogno di portare la scienza al centro della conversazione. Le persone muoiono a causa del cambiamento climatico e anche una sola frazione di grado centigrado di riscaldamento è importante. Ma non credo di aver mai visto un solo media comunicarlo, so che non volete dirlo. Ma io continuerò a ripeterlo finché voi non lo scriverete”, ha avvertito Greta.

“Ho ripetuto questi numeri in quasi tutti i discorsi degli ultimi 18 mesi. Voi non ne volete sapere niente di questi dati, ma io continuerò a ripeterli finché non li ascolterete”. Gómez-Colón in chiusura ha sottolineato che i giovani del Fridays for Future, il giovane movimento internazionale di protesta contro i cambiamenti climatici non sono il futuro ma “siamo il presente. E agiamo adesso”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Amazon mette in vendita “ornamenti natalizi” a tema Auschwitz. È bufera