Interni

Grillo-Zingaretti, contatto segreto: scatta la telefona tra big giallorossi

Un canale privato da Grillo e Zingaretti, con il leader del Pd a contattare il fondatore del Movimento Cinque Stelle sapendo del suo arrivo a Roma. Un’occasione, per le due anime del governo giallorosso, per parlarsi lontano da occhi indiscreti e fare il punto in un momento di grande tensione. A raccontare dello scambio tra i due, avvenuto tramite telefono, è Goffredo De Marchis sulle pagine di Repubblica: “Tutto è avvolto nel mistero. Le smentite saranno d’obbligo. Il primo non vuole urtare la suscettibilità di Luigi Di Maio, tanto più in un momento di difficoltà del Movimento. Il secondo, vecchia scuola, sta attento a non infilarsi nel ‘travaglio’ di una forza politica alleata, quella su cui si regge la fragile maggioranza di governo”.

Gli esponenti del Partito Democratico non hanno voluto confermare l’accaduto. Ufficialmente, d’altronde, è bene che passi un altro messaggio, un tacito silenzio, senza commenti. Ma nessuno ha smentito, di fatto ammettendo la telefonata. “Lasciamo che le cose facciano il loro corso” è il messaggio che va per la maggiore dalle parti dei dem. E d’altronde i grillini hanno sempre parlato di un Grillo tutto sommato ben disposto verso Zingaretti. Esponente sì di un partito lontano dal comico genovese, ma con l’aria di chi non è viscido, non si presta a giochi sottobanco.
Non c’era d’altronde momento migliore per cercare un punto d’incontro tra le due anime di un governo che non ha ancora ceduto ma di certo traballa visibilmente. Tra i nodi c’è innanzitutto quello delle prossime Regionali: il Movimento Cinque Stelle avrebbe preferito non concorrere, mettersi al riparo dalla tenzone. I militanti hanno però bocciato questa linea tramite la piattaforma Rousseau, la domanda ora è: andare da soli o cercare di nuovo un’alleanza col Pd, dopo l’esperienza non felice dell’Umbria?Un quesito che se ne porta dietro altri, compresa la linea da tenere di fronte alle prossime, importanti partite sul tavolo. Ne avranno parlato, magari senza scoprire troppo le carte, i due insoliti interlocutori. Un evento raro. Bersani, ex leader del Pd, aveva tentato di contattare Grillo tante volte in passato per sbloccare il “governo del cambiamento”. Progetto mai decollato. Zingaretti è riuscito ad aprirsi un canale. Gli esiti si vedranno, in caso, prossimamente.

Carola in tv, l’odio dei leghisti: “Una pregiudicata da quel verme di Fazio”