Tecnologia

Hyperloop, Bibop Gresta l’italiano del treno supersonico: “Lo porterò anche in Italia”. Da Milano a Roma in 30 minuti

Un treno che va alla velocità del suono, più sicuro di un aereo e più sostenibile di qualsiasi altro mezzo. Potrebbe sembrare fantascienza, ma grazie all’italiano Gabriele Bibop Gresta, il numero uno dell’americana Hyperloop Global, il progetto Hyperloop è diventato realtà. Il treno supersonico, ideato da Elon Musk, sfrutta la tecnologia della levitazione magnetica passiva toccando i 1.223 chilometri l’ora, che a livello pratico equivale a dire fare la tratta Roma-Milano in mezz’ora. Il primo esemplare vedrà la luce ad Abu Dhabi (solo una decina di chilometri) a ottobre 2020 per l’Expo universale. Inoltre, Hyperloop Global ha già preso accordi per realizzare dei collegamenti in Slovacchia, nella Repubblica Ceca, in Francia, India, Indonesia, Brasile e Corea. E l’Italia? Non bisogna demordere, perche il presidente di Hyperloop Global ha presentato recentemente l’idea del treno supersonico a esponenti del governo Conte con riscontri positivi tanto che ci sarebbe una cordata di imprenditori disposta a finanziarne la costruzione in Italia.hyperloop-europa

L’incontro con il Governo Conte
In questi giorni il presidente di Hyperloop Global sta girando l’Italia in cerca di sostegno economico e istituzionale per il suo rivoluzionario progetto. Proprio ieri ha viaggiato in “treno” tra Milano e Roma per incontrare esponenti del governo Conte. E la proposta di realizzare Hyperloop in Italia, in particolare al Sud, sarebbe piaciuta. Niente a che vedere con la Tav, perché non ci sarebbe l’impatto ambientale lamentato dai Cinquestelle; al contrario il tubo dentro il quale la capsula viaggerà sarà sospeso su piloni che potrebbero essere coperti da giardini pensili, costruiti con cemento che assorbe anidride carbonica e ricoperti di pannelli solari che fanno sì che Hyperloop produca il 30% in più dell’energia che consuma. Intanto dal 9 al 14 aprile Hyperloop esporrà la capsula a Milano mentre sempre quest’anno si potrà sperimentare a Tolosa, in Francia, il viaggio nei primi 350 metri di tubo. A ottobre 2020 invece entrerà in funzione il primo Hyperloop al mondo, mentre ad Abu Dhabi, in occasione dell’Expo, ci sarà la prima tratta più lunga per Hypeloop di 5-10 km.
Come funziona il supersonico Hyperloop
La particolarità di questo treno super veloce è che si sposta all’interno di un tunnel dove la resistenza dell’aria è ridotta al minimo. In questo modo il mezzo si sposta ad una velocità superiore alle soluzioni MagLev oggi disponibili. Questa tecnologia avveniristica nonchè a basso impatto ambientale, utilizza l’ingegneria elettromagnetica a levitazione per trasportare capsule all’interno di tunnel a bassa pressione, toccando la velocità del suono, circa 1.200 km/h. Il treno non incontra la resistenza dell’aria e consuma pochissima energia elettrica, alla quale dovrebbe provvedere in via autonoma grazie ad un sistema di pannelli solari posti sulla parte superiore dei tunnel.
Chi è Bibop Gresta
Nato a Terni, cresciuto ad Arezzo, laurea in Filosofia, master in Informatica. Bibop Gresta, giovanissimo produttore e autore di programmi televisivi sulla Rai e su Mtv, nel 2001 ha fondato la società di produzione e distribuzione di contenuti Bibop che ha poi ceduto a Telecom Italia, per 6 milioni di euro. Nel 2003, Gresta è stato il fondatore (con Enrico Gasperini e Alberto Fioravanti) di Digital Magics, l’incubatore che aiuta le startup italiane e che ha investito 320mila euro in Jumpstarter, la piattaforma di crowdsourcing che controlla al 100% Hyperloop TT. Ha creato la prima azienda al mondo basata su un modello di business collaborativo.

 

Ti potrebbe interessare anche: Il treno supersonico a levitazione arriva in Cina e batte l’Hyperloop di Elon Musk