Interni

Trieste, ai No pass non basta Patuanelli: “Vogliamo anche Speranza”

Prosegue la protesta anti green pass a Trieste. Dopo lo sgombero del Molo 4 del porto, i manifestanti guidati da diversi lavoratori portuali si sono spostati in piazza Unità d’Italia e al Porto Vecchio. Alcune migliaia di persone hanno trascorso la notte all’aperto. In molti si sono detti decisi a proseguire ad oltranza nelle contestazioni. In questo clima di tensione, il coordinamento delle protesta, guidato dal portuale Stefano Puzzer, fa sapere di aver ottenuto per sabato prossimo un incontro con il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli. Ma Puzzer e compagni non sembrano soddisfatti. Invocano infatti la presenza anche del ministro della Salute Roberto Speranza.

I portuali di Trieste vogliono incontrare Speranza

“Abbiamo un mezzo sorriso. Abbiamo un accordo che domani mattina il ministro Lamorgese riferirà in un question time in Parlamento che sabato avremo un incontro col ministro Patuanelli a cui chiederemo l’abolizione del green pass. E abbiamo chiesto che sia presente anche il ministro Speranza”. Con questo breve comunicato, il coordinamento della protesta del movimento No green pass di Trieste, con in testa Stefano Puzzer, fa sapere che sabato 23 ottobre Stefano Patuanelli, ministro dell’Agricoltura e senatore del M5S eletto in Friuli Venezia Giulia, arriverà a Trieste per incontrarli.

Una bella notizia per portuali e manifestanti dopo lo sgombero forzato del porto avvenuto lunedì mattina anche con l’uso di idranti, lacrimogeni e manganelli. Un riconoscimento importante. Considerato che il governo Draghi sembrerebbe deciso a riconoscere almeno in parte il diritto dei No green pass a manifestare. Anche se a Palazzo Chigi nessuno pensa di eliminare il green pass. Almeno per il momento.

La notizia dell’incontro con un membro del governo non sembra però essere servita a sciogliere le manifestazioni ancora in corso e a convincere i contestatori a tornare nelle proprie case. I No green pass annunciano di voler restare a presidiare le piazze di Trieste fino alla avvenuta abolizione del certificato verde. E la richiesta di Puzzer e compagni di incontrare anche Speranza rischia ora di esacerbare ulteriormente gli animi.

Potrebbe interessarti anche: Trieste, Sgarbi se la prende con Draghi: “Vergogna di Stato”