Esteri

I russi negano la strage di Kramatorsk, sul missile si legge: “Per i bambini”

Ennesima strage di civili in Ucraina. Stavolta succede a Kramatorsk, cittadina che si trova nella parte del Donbass ancora controllata dalle forze armate di Kiev. Da qualche giorno, da quando cioè i russi hanno iniziato ad ammassare truppe per invadere la zona, migliaia di civili stanno fuggendo dalla città. Con mezzi propri, ma anche dando l’assalto ai pochi treni che partono dalla stazione. Ed è proprio lì che è piombato un missile che, al momento, ha provocato più di 30 vittime, compresi alcuni bambini.

Ukrainian police inspect the remains of a large rocket with the words “for our children” in Russian next to the main building of a train station in Kramatorsk, eastern Ukraine, that was being used for civilian evacuations, that was hit by a rocket attack killing at least 35 people, on April 8, 2022. (Photo by FADEL SENNA / AFP)

A rendere particolarmente macabra la scena di tutti quei corpi ammassati a terra in una pozza di sangue, sono le immagini che riprendono una parte del missile che ha compiuto la strage, rimasta intatta, sulla quale si legge in cirillico “Per i bambini”. Insomma, secondo gli ucraini i loro nemici russi non solo sarebbero gli autori della strage di Kramatorsk, ma si sarebbero anche sadicamente divertiti a lanciare un messaggio di morte indirizzato in particolar modo ai più piccoli.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha condannato immediatamente quanto avvenuto, puntando naturalmente il dito contro gli uomini agli ordini di Vladimir Putin. Da parte sua, però, Mosca fa notare che a compiere la strage è stato un missile Toka-U, come si vede dalle immagini, che sarebbe in dotazione solo all’esercito di Kiev. Versioni totalmente contrastanti dunque, come già accaduto per la strage di Bucha.

“Il ministro della Difesa di Mosca ha smentito che l’esercito russo abbia bombardato la stazione di Kramatorsk parlando di provocazione degli ucraini”, la conduttrice de L’aria che tira Myrta Merlino legge la notizia di agenzia appena arrivata in studio. “Cioè il governo ucraino avrebbe detto ‘cercate di scappare’. E quando ha visto che erano tanti lì davanti ha bombardato il suo stesso popolo. Boh, si può pensare tutto però io faccio fatica. Sul missile di Kramatorsk c’era una scritta in russo “Per i bambini”. Lo denuncia la televisione pubblicando un video in cui si vede il missile parzialmente distrutto con una scritta bianca in cirillico. Sono senza parole”, conclude.

Potrebbe interessarti anche: Toni Capuozzo sulla strage di Bucha: “Hanno chiamato la tv ma non la Croce Rossa”

Torna su