Interni

Tutti giù dal carro: i vip voltano le spalle al Movimento 5 Stelle

Un mondo, quello dei vip, che in passato si era avvicinato (e parecchio) a quello dei grillini. Attori, intellettuali, cantanti. Erano in tanti ad aver fatto il proprio endorsement per il Movimento 5 Stelle, delusi soprattutto da una sinistra in cui non si riconoscevano più. Ma oggi in molti hanno iniziato a manifestare il proprio pentimento e sembrano affrettarsi ad abbandonare il carro.

Si legge sulla Stampa: “In questi giorni se n’è accorta bene Fiorella Mannoia, cantautrice, di sinistra, che nel 2013 spiegava: ‘i 5 Stelle sono davvero in gamba, hanno tutti contro. Io sono di sinistra, per questo non voto Pd’. (…) Acqua passata, adesso la Mannoia ha concesso l’uso di una sua canzone al leader democratico Nicola Zingaretti ed è una dei tanti intellettuali, tra i quali appunti diversi altri ‘pentiti’, che hanno firmato un appello di voto in favore della Sinistra, il partito di Nicola Fratoianni”.

Ma non è la sola, si legge ancora sulla Stampa: “Nello stesso appello firmato da lei compaiono anche lo storico Aldo Giannuli, Franco ‘Bifo’ Berardi, uno dei protagonisti della sinistra extraparlamentare degli anni ’70, l’urbanista comunista Paolo Berdini che per qualche mese è stato assessore della giunta Raggi, il vignettista Vauro. Tutti con una storia di sinistra e tutti recentemente ‘pentiti’. (…) Ma l’elenco è ancora lungo”.“Anche se non hanno sottoscritto l’appello in favore della Sinistra, negli ultimi mesi hanno mollato i 5 Stelle anche gli attori Claudio Santamaria e Michele Riondino, Sabrina Ferilli e Sabina Guzzanti. E i pentimenti non sono arrivati solo da sinistra, anche lo storico Ernesto Galli Della Loggia ha ammesso di avere ‘sbagliato’, sia pure in buona fede per «provare a cambiare”.

Bersani “torna a casa” e ribadisce la sua linea: subito accordo coi Cinque Stelle