sanremo 2018

Il Business del Festival di San Remo 2018, lo stipendio di Baglioni e i ricavi stimati

Come ogni anno, il conduttore del festival di Sanremo attira su di se ondate di insulti per l’entità del suo ingaggio. L’anno scorso il cachet di Carlo Conti, che si aggirava sui 650.000 euro, era stato definito “indegno” da parte di Matteo Salvini e Brunetta aveva fatto partire un’interrogazione parlamentare.

Il fatto che la gente paghi il canone per finanziare questi stipendi da favola non va giù a molti, nonostante Paolo Bonolis qualche anno fa aveva addirittura intascato oltre 1 milione di euro e lo stesso Gianni Morandi aveva percepito ben 800.000 euro.

Quali sono i numeri del Festival di Sanremo 2018?

Una ridimensionata c’è stata. Non tanto nello stipendio del conduttore, dato che Claudio Baglioni avrà un salario da 600.000 euro, sebbene però il suo ruolo sarà anche quello di Direttore Artistico, ma nei costi complessivi. I compensi totali dei conduttori ammontano a 1,3 milioni di euro mentre il costo totale del Festival di Sanremo 2018 sarà di 16 milioni.

Nello specifico, apparte Claudio Baglioni, che si assicurerà quasi la metà del monte ingaggi, sono previsti 400.000 euro per Michelle Hunziker e 300.000 euro per Pierfrancesco Favino. Sicuramente sono stipendi coerenti con il valore artistico dei personaggi in questione, sebbene lo scorso anno Maria De Filippi decise di partecipare a costo zero.

Le proteste non tarderanno ad arrivare anche per un’icona come Claudio Baglioni. Ma ci sentiamo di difenderlo perché quest’anno il suo ruolo come Direttore Artistico è di fondamentale importanza ed è impegno che va ben oltre i pochi giorni in cui si svolgerà la Kermesse. Da lui dipende il successo della manifestazione canora ma anche quello di molte case discografiche che punteranno sui cantanti in gara.

baglioni-festival-di-sanremoIn ogni caso, l’anno scorso la gestione di Carlo Conti portò a ricavi intorno ai 25 milioni di euro complessivi. Anche quest’anno sarà inopportuno parlare di spreco di denaro pubblico, dato che i ricavi sono a 26 milioni di euro, hanno quindi già superato la cifra dello scorso anno, e si prevede un margine operativo lordo di non meno di 10 milioni di euro.

Importante sarà il ruolo degli sponsor. In particolare il Festival di Sanremo 2018, vedrà come sponsor unico la TIM, al quale il Festival ha dedicato un premio specifico denominato “Tim Music”, che riguarderà la canzone più ascoltata in streaming.

Per ciò che riguarda il costo dei biglietti, reperirli non sarà affatto facile anche a causa della notevole scenografia firmata da Emanuela Trixie Zitkowsky e per la presenza di un folto numero di ospiti. Sarà possibile acquistare un abbonamento per tutte e cinque le serate ad un costo stimato di 672 euro in galleria e 1.290 euro in platea. Molti abbonamenti saranno venduti in un pacchetto che include il soggiorno a San Remo.

Per i biglietti singoli invece, facendo riferimento all’anno scorso, un biglietto in platea durante le prime quattro serate costava 180 euro, mentre nella serata finale saliva fino a 660 euro.

Meglio in galleria, dove nelle prime quattro serate il costo dovrebbe essere confermato sui 100 euro, mentre in finale si dovrebbe stare sui 320 euro.

La profittabilità del business del Festival di Sanremo è una certezza anche nel 2018, come d’altronde è sempre stato nei suoi 68 anni di vita.

CONDIVIDI
Alessandro Cirinei
Dopo 12 anni spesi come Manager in aziende di respiro internazionale, è diventato un serial start-upper contribuendo alla creazione di diverse imprese digitali. Ritiene che curiosità e versatilità siano due grandi pregi. Ama il Basket alla follia.