Esteri

Nutella, candidato alle presidenziali francesi: “Non fa bene ai bambini”

La Nutella “non fa bene ai bambini”. La crociata contro i dolci di Jean-Luc Mélenchon, candidato della sinistra radicale alle prossime elezioni presidenziali francesi, prende di mira la notissima crema spalmabile alla nocciola. Le dichiarazioni del leader de La France Insoumise si inseriscono nella proposta di proibire la pubblicità di prodotti considerati nocivi per la salute, soprattutto dei più piccoli.

Anche se mancano ancora diversi mesi alle elezioni presidenziali francesi, previste per la primavera prossima, i candidati cominciano a rilasciare dichiarazioni sempre più ad effetto. In lizza per la corsa all’Eliseo ci saranno sicuramente il presidente uscente Emmanuel Macron, la leader della destra Marine Le Pen e, appunto, Mélenchon. In questo quadro si inseriscono le dichiarazioni sulla Nutella del candidato di sinistra che stanno facendo molto discutere.

La Nutella “non fa bene ai bambini, non fa bene alle foreste e agli animali che ci vivono”, ha dichiarato senza peli sulla lingua Mélenchon in una recente intervista rilasciata al quotidiano Libération. Una delle sue priorità, ha spiegato, sarà quella di occuparsi di “sicurezza alimentare”. “Proibiremo la pubblicità alimentare per i bambini. Poi razionamento di zucchero e sale nell’alimentazione e proibizione di additivi coloranti e conservanti, classificati come prodotti cancerogeni, nei salumi”. Questo il suo programma dichiarato.

Un attacco frontale alla Nutella, inserito però in un più ampio contesto di crescente attenzione dei cittadini per la salute dei propri bambini. “Non conosco un genitore che non voglia fare attenzione a quel che mangia suo figlio”, ha aggiunto infatti Mélenchon. Tuttavia, si tratta di un attacco non inedito contro la Nutella in Francia. Già nel 2015, infatti, l’allora ministro dell’Ecologia, Ségolène Royal dichiaro senza mezzi termini che “bisogna smettere di mangiare Nutella. Perché si tratta di olio di palma, che ha sostituito gli alberi. E dunque ci sono stati dei danni considerevoli”. Dichiarazioni poi in parte ritirate.

Potrebbe interessarti anche: Nutella + mozzarella: due eccellenze italiane si incontrano e diventano moda