caricabatterie-a-distanza

Il caricabatterie a distanza è stato approvato ed è ora disponibile sul mercato

WattUp Mid Field

Il primo caricabatterie a distanza ha un nome complesso, ma prima ancora di raggiungere il mercato italiano promette di rivoluzionare il modo di ricaricare la batteria dei dispositivi mobili. Ha recentemente ottenuto l’approvazione della Federal Communications Commission e a breve sarà distribuito ai negozi del settore. L’oggetto senza fili è unico nel suo genere e introduce una serie di differenze rispetto ai caricatori proposti dai diversi produttori.

Non mancano oggi articoli per la ricarica della batteria wireless, ma tutti richiedono un contatto diretto con il dispositivo. Bisogna normalmente posizionare lo smartphone sopra all’apparecchio, per permettere al pad di trasferire l’energia. Energous, la società che da tempo punta sulla tecnologia per la reale ricarica senza fili, ora propone un sistema innovativo, dotato di una tecnologia avanzata che permette di migliorare le prestazioni offerte nella ricarica dei dispositivi mobili.

Leggi anche: Samsung Galaxy A8, per la fascia media, ma con elevate prestazioni

La carica a distanza

Il caricabatterie a distanza WattUp Mid Field va abbinato al dispositivo ed è in grado di inviare l’energia a una distanza che non superi il metro. Non serve alcun contatto, ma soltanto far comunicare le apparecchiature con l’oggetto. L’impresa californiana ha annunciato il traguardo raggiunto fornendo qualche dettaglio sul funzionamento del nuovo prodotto da mettere sul mercato. Non si è visto l’articolo, ma sono stati diffusi comunicati che forniscono qualche spiegazione.

Il trasmettitore è in grado di convertire l’elettricità in frequenze radio, così da diffonderle ai dispositivi posti nelle vicinanze. Si implementa il ricevitore specifico per fare in modo che accolga l’energia irradiata. Il procedimento è piuttosto semplice e permette di riacquistare velocemente la carica necessaria ad assolvere il compito dello smartphone, del tablet o di altri dispositivi. Naturalmente ci vuole una predisposizione delle apparecchiature per ricevere l’energia senza cavi.

Guarda il video: Waverly Labs, niente più barriere linguistiche: ecco gli auricolari che traducono simultaneamente

Le peculiarità del nuovo sistema

I sistemi in commercio per la carica wireless, come ad esempio il Pi Charger, non hanno nulla a che vedere con il caricabatterie a distanza. Neppure le tecnologie interhate sui nuovi iPhone e su alcuni Android rientrano nella categoria di WattUp Mid Field. Il trasmettitore di Energous inoltre funziona con smartphone, tablet, tastiere e auricolari dotati dell’apposito ricevitore. Li può ricaricare contemporaneamente.

Grazie all’innovazione applicata al nuovo caricabatterie si riescono a ottenere performance migliori, non soltanto perché non si usano cavi, ma soprattutto perché si possono ricaricare più dispositivi allo stesso momento. Si risparmia tempo ed è sufficiente un unico apparecchio per consentire agli strumenti tecnologici di continuare a funzionare e all’utilizzatore di non dover interrompere l’attività svolta. Inoltre se si è in giro non si devono cercare prese della corrente elettrica.

caricabatterie-a-distanza-3La tecnologia impiegata

Energous ha diffuso alcune informazioni circa lo standard utilizzato per il caricabatterie a distanza. L’ecosistema WattUp è manufacturer agnostic, ovvero ha le tipiche caratteristiche del Wi-Fi. La ricarica, quindi, può essere fatta su qualsiasi tipo di dispositivi, indipendentemente da quale sia la società che lo ha prodotto. Non c’è ancora stato il debutto dell’articolo, ma presto verrà presentato al pubblico.

L’azienda ha precisato che il nuovo oggetto, o meglio la tecnologia usata, sarà mostrata al CES 2018, in programma per il prossimo 9 gennaio. Professionisti del settore e appassionati potranno quindi conoscere i particolari in occasione del salone, così da approfondire la conoscenza sul suo funzionamento e verificare direttamente la validità dell’innovativa tecnologia usata.

Leggi anche: Le batterie al magnesio sono più sicure e durano di più

CONDIVIDI
Marina Loconte
Una laurea in psicologia superata dalla passione per la scrittura. Ama scrivere di attualità, affamata di notizie, da due anni si dedica alla ricerca ed all’informazione su start up ed innovazione digitale. Adora viaggiare ed ascoltare musica rock.