Esteri

Giorgia Meloni al comizio di Vox in Spagna: “No alla lobby Lgbt”

Giorgia Meloni tiene un comizio in Spagna. La leader di Fratelli d’Italia si esibisce in un lungo e accalorato intervento in spagnolo in favore di Macarena Olona, candidata alla presidenza dell’Andalusia per il partito sovranista Vox, gemellato con il suo. La Meloni scatena l’entusiasmo della folla quando conclude il suo intervento con alcuni slogan cari alla destra, tra cui: “No alla lobby Lgbt”. Critiche da parte della vicepresidente dell’Europarlamento Pina Picierno del Pd.

Comizio di Giorgia Meloni in Spagna

“Non ci sono mediazioni possibili. O si dice si, o si dice no. Si alla famiglia naturale. – tuona Giorgia Meloni dal palco andaluso – No alla lobby Lgbt. Si all’identità sessuale, no all’ideologia di genere. Si alla cultura della vita e no alla morte. Si all’universalità della Croce, no alla violenza islamista. Si alle frontiere sicure, no all’immigrazione di massa. Si al lavoro e no alla grande finanza internazionale. Si alla sovranità del popolo, no ai burocrati di Bruxelles. Viva Macarena Olona presidente dell’Andalusia. Viva Santiago Abascal presidente della Spagna (presidente di Vox ndr). Viva la Spagna, viva l’Italia, viva l’Europa dei patrioti”, conclude tra icori di approvazione e gli applausi del pubblico.

“Ho ascoltato l’intervento di Giorgia Meloni in Spagna, a sostegno della candidata di Vox alla presidenza dell’Andalusia. – commenta intanto Pina Picierno – E mi sono chiesta se una volta varcate le frontiere nazionali si trasformi e, come per magia, torni ad essere la leader di estrema destra, con brutale intolleranza per le questioni di genere, che abbiamo sempre conosciuto, dismettendo così il moderatismo ingannevole che cerca di utilizzare in Italia”.

La vicepresidente del Parlamento Europeo prosegue denunciando che “nel suo intervento Meloni ha tirato fuori tutto il corredo del complottismo nero: la lobby gay, la cultura della morte, il cappio della finanza internazionale. Temi che in Italia cerca di dissimulare goffamente. Credo che Meloni dovrebbe con coerenza dire al Paese da che parte sta su Europa, diritti, democrazia ed economia, anche se lo sappiamo benissimo conoscendola da vent’anni”, conclude.

Potrebbe interessarti anche: Referendum, la gaffe di Giorgia Meloni: “Una follia la mascherina al seggio”

Torna su