Interni

Il consigliere leghista: “I gay vogliono uguaglianza? Si comportino da persone normali”

Una frase choc che fa capire quanto, ancora oggi, il problema della discriminazione sia maledettamente d’attualità nel nostro Paese. E che vede, ancora una volta, la politica dare il cattivo esempio, invece di tenersi al riparo da facili polemiche e linguaggi da balera. A Reggio Emilia, durante un consiglio comunale, ecco allora che un esponente della Lega, il consigliere Alessandro Rinaldi, ha pronunciato una frase che ha scatenato un vero putiferio rivolta agli omosessuali: “Volete essere considerati uguali alle persone etero? Iniziate a comportarvi come tutte le persone normali!”.

Il consigliere leghista: "I gay vogliono uguaglianza? Si comportino da persone normali"

Un siparietto del quale avremmo tutti volentieri fatto a mano, andato in scena durante la discussione di una mozione presentata dalla consigliera del Partito Democratico Fabiana Montanari e da Dario De Lucia del Gruppo Misto. La mozione intendeva agevolare il “turismo Lgbtqi*+”, ma quando ha preso la parola Rinaldi, per esporre la propria dichiarazione di voto, ha criticato duramente il testo parlando di “baracconata LGBT”.

Il consigliere della Lega ha spiegato: “Questo documento non ha né capo né coda. Non so se ci rendiamo conto, cosa facciamo dei viaggi personalizzati per le persone che hanno un orientamento omosessuale? Allora analizziamo anche i dati dei tifosi della Juventus, che magari viaggiano e spendono più di quelli dell’Inter. Ma soprattutto, sa che cos’è incomprensibile? Che voi, che proclamate l’uguaglianza e che volete essere considerati uguali a tutti gli altri orientamenti sessuali, vi ponete in una condizione di differenza”.

Poco dopo, ecco arrivare la frase choc: “Volete essere considerati uguali alle persone etero perché l’uguaglianza è un diritto sacrosanto? Iniziate a comportarvi come tutte le persone normali, ovvero ponetevi sullo stesso piano e sulla stessa posizione delle persone etero. Voler sempre rimarcare delle differenze in qualsiasi ambito sociale non fa altro che accrescere la differenza tra il vostro diverso orientamento e quello degli etero”. In tanti, sui social, hanno subito chiesto le dimissioni dell’esponente della Lega.

Ti potrebbe interessare anche: Covid, per l’Asl di La Spezia l’omosessualità è tra “i comportamenti a rischio”