Interni

Il conto (salato) della crisi: Pd e Italia Viva crollano nei sondaggi

Pd e Italia Viva pagano a caro prezzo la crisi di governo, precipitando nei sondaggi. A dirlo è l’ultima rilevazione effettuata dall’istituto Ixè, che ha messo a confronto le intenzioni di voto di oggi con quelle del 10 dicembre. Gli ultimi sviluppi politici sembrano invece aver rafforzato Forza Italia, mentre la Lega rimane stabile. In leggero calo Fratelli d’Italia, mentre il maggior incremento lo fa registrare Azione di Calenda.
Secondo il sondaggio politico, la Lega resta in testa con il 23,2 per cento dei voti, stessa percentuale di dicembre. Perde invece addirittura l’1,3 per cento dei voti il Pd, ora al 20,6 per cento. Stesso segno negativo per Fdi (al 15,8 per cento, in calo dello 0,2) e il Movimento 5 Stelle (15,4 per cento).

A crescere di mezzo punto è invece Forza Italia, ora all’8,8 per cento, mentre Azione avanza dell’1,6 per cento, raggiungendo il 3,7 per cento. In lieve crescita anche La Sinistra al 3,5 per cento ed Europa Verde (2 per cento). In calo +Europa all’1,5 per cento e anche Italia Viva: il partito di Matteo Renzi perde lo 0,4 per cento rispetto a dicembre e si ferma al 2,1 per cento. Tra le personalità dello scenario politico, gli italiani dicono di fidarsi molto del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: il 32 per cento degli italiani ha infatti “molta fiducia” nel capo dello Stato, il 35 per cento abbastanza, il 20 per cento poca e il 13 per cento nessuna. La fiducia nel presidente del Consiglio dimissionario, Giuseppe Conte, invece si attesta al 52 per cento.

Vaccini per disabili si allunga l’attesa, la supplica di Alice: “Voglio solo tornare a respirare”