Interni

Il cuore grande di Nicola, pasticcere che ogni sera regala i dolci invenduti ai più poveri

Un gesto apparentemente banale, ripetuto ogni giorno come fosse la cosa più scontata del mondo. E invece così straordinariamente unico, capace di commuovere l’Italia intera per la sua semplicità e la sua profondità. Arriva dalla Sardegna, per la precisione da Quartu di Sant’Elena, la storia di un pasticcere diventato famoso, Nicola Loi, titolare del negozio Miky’s Dream Bakery. Una persona che ha deciso di mettere l’altro al primo posto l’altro, soprattutto quelle persone meno fortunate e che sono costrette ad arrivare a fine giornata con estrema difficoltà.Ogni sera, da diverse settimane, poco prima dell’orario di chiusura Nicola e il suo staff sistemano fuori dal locale diverse borse con i dolci invenduti lasciandoli a disposizione di chi desidera prenderli. Un gesto semplice che da una parte combatte la piaga insopportabile dello spreco alimentare e dall’altra regala un momento di piacere e dolcezza a chi non può permettersi di entrare comprare dolciumi in una pasticceria.Il negozio Miky’s Dream Bakery ha annunciato l’iniziativa attraverso un post su Facebook che ha subito riscosso successo tra gli utenti, con una pioggia di commenti e condivisioni, e che recita “Ogni sera alla chiusura lasceremo appesi fuori dei pacchetti con il non venduto! Per chi volesse…”.Le persone, senza dover entrare nel locale ed esporsi all’imbarazzo, possono prendere una o più borse e concedersi un vassoio di pasticcini. E a quanti fanno notare che le buste con i dolci potrebbero essere prese da chi non ne ha nessun bisogno ma vuole solo risparmiare, la pasticceria risponde: “Abbiamo messo in conto anche quello ma non importa facciamo questo lavoro con il cuore e buttare del cibo ci farebbe veramente male”.

Arrogante, solitario, provocatorio: così il Capitano è naufragato in Emilia Romagna